L’avventura di Pioli al Milan non comincia nel migliore dei modi L’avventura di Pioli al Milan non comincia nel migliore dei modi
Il Milan sembra avere sciolto le ultime riserve, con la decisione che pare ormai definitiva: Marco Giampaolo esonerato, e al suo posto Stefano Pioli.... L’avventura di Pioli al Milan non comincia nel migliore dei modi

Il Milan sembra avere sciolto le ultime riserve, con la decisione che pare ormai definitiva: Marco Giampaolo esonerato, e al suo posto Stefano Pioli.

L’ex allenatore di Inter e Fiorentina firmerà in queste ore il contratto con i rossoneri, per una cifra che dovrebbe aggirarsi intorno al milione e mezzo di euro.

Pioli è atteso da un compito piuttosto complicato, quello di rianimare lo spento e anonimo Milan visto in questo inizio di stagione, e soprattutto di cominciare a fare punti con continuità per provare a riacciuffare il treno che porta in Europa.

Ma, a quanto pare, non tutti sono stati contenti di questa scelta. Ancora prima dell’annuncio ufficiale del Milan, infatti, su Twitter è diventato di tendenza – addirittura al primo posto in Italia – l’hashtag #PioliOut, con tantissimi tifosi rossoneri che criticavano la scelta del nuovo tecnico.

Bastava dare uno sguardo ad alcuni dei messaggi dei tifosi rossoneri per capire l’atmosfera generale intorno a questa scelta.

https://twitter.com/AlexMil20085237/status/1181463901818511360

Qualcuno pensa anche di prendersi una pausa, e di evitare addirittura di seguire le prossime partite della sua squadra del cuore.

Anche le prime ipotesi – per ora solo giornalistiche – di formazione non sembrano soddisfare i tifosi milanisti.

Soprattutto, molti temono che questa scelta possa aprire ad un ulteriore ridimensionamento nei prossimi anni, con la via della ricostruzione e del ritorno alla gloria che sembra farsi sempre più complicata.

Qualcuno, poi, vede la situazione decisamente nera.

Insomma, le premesse, per Pioli, non sembrano propriamente rosee. Così, oltre alla squadra, il nuovo allenatore dovrà conquistare anche il cuore e la fiducia dei tifosi rossoneri.