Jonas Hector ha 28 anni, è uno dei terzini sinistri che si sono guadagnati maggior spazio in Bundesliga negli ultimi anni, e ha giocato...

Jonas Hector ha 28 anni, è uno dei terzini sinistri che si sono guadagnati maggior spazio in Bundesliga negli ultimi anni, e ha giocato da titolare gli Europei di due anni fa, segnando il rigore che eliminò l’Italia di Conte ai quarti di finale.

Con molta probabilità, sarà tra i protagonisti dei prossimi Mondiali in Russia, dove con la maglia della Germania proverà a difendere il titolo conquistato – ma non da lui in prima persona – quattro anni fa in Brasile.

Jonas Hector, però, l’anno prossimo giocherà in Zweite Liga, la serie B del calcio tedesco.

La sua squadra, il Colonia, è infatti a un passo dalla retrocessione matematica, che potrebbe arrivare già questa settimana nella partita contro il Friburgo: la salvezza è un’ipotesi talmente remota che ormai non viene neppure più menzionata.

Ma il terzino sinistro del Colonia ha deciso, con un gesto che ha sorpreso tutti, di rinnovare il suo contratto con la squadra che lo ha fatto arrivare al grande calcio e gli ha permesso di entrare a far parte del giro della Nazionale. Jonas Hector rimarrà al Colonia, in serie B, fino al 2023, ma probabilmente è come se fosse un giuramento di fede perenne.

“Il Colonia mi ha permesso di passare dalla quarta divisione alla Bundesliga. Sono molto legato e grato a questo club e mi sento molto a mio agio qui. Avrei potuto trasferirmi senza problemi in un altro club alla fine della stagione, ma non sarebbe stato giusto“.

E, in effetti, Jonas Hector al Colonia deve molto, perché la sua storia è davvero molto particolare, un percorso tortuoso fino alle soglie del Paradiso.

Embed from Getty Images

Nel 2010, a 20 anni, mentre buona parte della generazione dorata tedesca cominciava ad affacciarsi sui palcoscenici mondiali, Hector giocava in quinta serie, nella squadra del suo paesino, l’SV Auersmacher. Molte delle big del calcio tedesco non avevano creduto in lui, il Colonia, invece, gli diede un’opportunità, dapprima nelle riserve, poi, con la sua esplosione, in Bundesliga.

Il finale della storia è sotto gli occhi di tutti.

Un gesto di amore sempre più raro, nel mondo del calcio, che ha fatto scattare un immediato coro unanime di applausi per il terzino sinistro tedesco. Perché la riconoscenza, per molti, è merce sempre più rara, ma Jonas Hector aveva preso un impegno e ha deciso di mantenerlo, costi quel che costi.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro