L’allenamento di Petr Cech manderebbe fuori di testa chiunque L’allenamento di Petr Cech manderebbe fuori di testa chiunque
Da qualche anno, squadre e calciatori sono sempre alla ricerca di novità e innovazioni per migliorare le prestazioni sportive. In un’epoca in cui il... L’allenamento di Petr Cech manderebbe fuori di testa chiunque

Da qualche anno, squadre e calciatori sono sempre alla ricerca di novità e innovazioni per migliorare le prestazioni sportive.

In un’epoca in cui il divario tecnico ad alti livelli – fuoriclasse esclusi, naturalmente – sembra livellarsi sempre di più, a fare la differenza sono sempre di più la preparazione e l’allenamento, ovvero il lavoro sugli aspetti migliorabili di individui e squadre.

Per questo, il mondo del calcio, anche grazie all’utilizzo di tecnologie sempre più avanzate, e grazie all’implementazione di dati sempre più precisi, sta diventando sempre più simile alla meccanica di precisione: squadre e giocatori lavorano su ogni piccolo dettaglio, che poi potrà portare miglioramenti e vantaggi in campo.

Per esempio: come si allena un portiere professionista, con anni e anni di esperienza internazionale, che dal punto di vista tecnico ha poco da imparare, alla sua età?

Qualche giorno fa, Petr Cech, portiere dell’Arsenal e per anni numero uno del Chelsea, ha pubblicato il video di un suo allenamento in palestra.

Cech viene sottoposto a un numero enorme di stimoli in questo esercizio: dalle palline da ping pong sparate a velocità doppia, fino alla richiesta di toccare il cono con il colore corrispondente.

Training

Working hard to get back on the winning track ❗ ⚪🔴

Gepostet von Petr Čech am Mittwoch, 18. Oktober 2017

Un modo per stimolare diverse componenti, soprattutto mentali, e per sviluppare qualità che si credono innate, ma che, forse, possono anche essere insegnate e sviluppate. 

L’istinto, in un portiere, è una qualità molto importante, e a certi livelli una parata può valere davvero tantissimo: ecco, certe volte non pensiamo a quanto sia importante lavorare su questi aspetti, che crediamo vengano naturali.

Di certo, però, un allenamento del genere manderebbe fuori di testa molti comuni mortali…