La triste fine di Yoann Gourcuff La triste fine di Yoann Gourcuff
Per tutti quelli ancora legati a un’idea romantica, forse antica, del calcio, Yoann Gourcuff è stato una speranza. In un calcio sempre più fisico e... La triste fine di Yoann Gourcuff

Per tutti quelli ancora legati a un’idea romantica, forse antica, del calcio, Yoann Gourcuff è stato una speranza.

In un calcio sempre più fisico e muscolare, Gourcuff rappresentava la continuità con il passato, il trequartista vecchio stile che faceva della classe e delle giocate di fino il suo punto di forza.

Ma, forse, per quelli come lui lo spazio era ormai finito, tolti quelli che hanno saputo adattarsi o quelli talmente forti, eccezionali, da riuscire a sopravvivere nonostante la loro diversità, nonostante il calcio stesse ormai andando in un’altra direzione.

Quando Yoann Gourcuff era arrivato al Milan, nell’estate del 2006, in tanti avevano riposto in lui parecchie speranze: ma il trequartista francese, con la maglia rossonera non è riuscito a sfondare, collezionando 54 presenze (di cui molte da subentrante) e solo 3 reti.

Da quel momento, Gourcuff ha cambiato diverse squadre (Bordeaux, Lione, Rennes e, nell’ultima stagione, Dijon) ma non ha mai trovato l’ambiente ideale, e anzi, ha sempre dovuto combattere contro un calcio che ormai sembrava non avere più posto per quelli come lui.

E, adesso, potrebbe essere arrivato già il momento del ritiro, a soli 33 anni. Da gennaio scorso, infatti, Gourcuff è svincolato, e non ha ancora trovato una squadra disposta a puntare su di lui. Anzi, in realtà una c’era, l’US Concarneau, squadra di terza serie francese. 

Ma Gourcuff non sembra interessato alla proposta, e ripartire così dal basso gli sembra una vera e propria umiliazione. Così, a soli 33 anni, è pronto a mettere la parola fine alla sua carriera.