Per i tifosi interisti, Javier Zanetti è più di un semplice ex capitano: l’argentino, nel tempo, è diventato una vera e propria bandiera e...

Per i tifosi interisti, Javier Zanetti è più di un semplice ex capitano: l’argentino, nel tempo, è diventato una vera e propria bandiera e icona della squadra nerazzurra.

E ancora oggi, che segue da vicino le vicende della nuova Inter targata Suning, el Tractor rimane un simbolo ineguagliabile per chiunque abbia a cuore le sorti della squadra nerazzurra.

Nei giorni scorsi, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Javier Zanetti ha stilato la sua personalissima top 11 interista, ovvero la formazione migliore scelta tra tutti i calciatori con cui ha giocato nel suo periodo in nerazzurro.

Ecco allora le scelte di Javier Zanetti.

In porta, il brasiliano Julio Cesar; in difesa altri due brasiliani sugli esterni, Maicon e Roberto Carlos, che però a Milano ha avuto ben poca fortuna, mentre in mezzo Samuel e lo Zio, Beppe Bergomi.

A centrocampo, nel 4-2-3-1 scelto da Zanetti, trovano posto lui stesso (ovviamente) e un connazionale, el Cuchu Cambiasso. Nel tridente dietro la punta centrale, Zanetti mette Roberto Baggio, Ronaldo e Samuel Eto’o.

Il centravanti? Un altro argentino, Diego Milito, el Principe.

Una formazione composta da gente discreta, e che deve aver dato anche qualche grattacapo a Zanetti per la scelta. Cosa ne pensate? Siete d’accordo con le scelte del Tractor o avreste preso qualche strada differente nello scegliere 11 leggende di questi ultimi 20 anni di Inter?