La Top 11 della Serie A, prendendo un giocatore a testa dalle prime 11 in classifica La Top 11 della Serie A, prendendo un giocatore a testa dalle prime 11 in classifica
Quello che vogliamo proporvi oggi è un giochino molto interessante, che può diventare presto un rompicapo, un rebus senza soluzione. L’obiettivo è quello di... La Top 11 della Serie A, prendendo un giocatore a testa dalle prime 11 in classifica

Quello che vogliamo proporvi oggi è un giochino molto interessante, che può diventare presto un rompicapo, un rebus senza soluzione. L’obiettivo è quello di scegliere una squadra, la miglior squadra possibile, prendendo un calciatore da ognuna delle prime 11 squadre in classifica della Serie A. Sì, avete capito bene, massimo uno per squadra.

E, soprattutto, la sfida è quella di fare una squadra che possa stare davvero in campo, quindi non una mera collezione di nomi, ma scegliere calciatori che, per caratteristiche tecniche, possano giocare insieme in maniera coerente. Quindi no, non potete mettere Icardi terzino per schierare qualche attaccante in più.

Veniamo al sodo: come la componiamo questa squadra? Possiamo scegliere massimo un calciatore per squadra, andando a pescare dalle prime undici in classifica. Che, al momento, sono queste: Juventus, Roma, Napoli, Lazio, Inter, Atalanta, Milan, Fiorentina, Sampdoria, Torino, Chievo.




Noi, dopo parecchi ragionamenti che poi in parte vi spiegheremo, abbiamo scelto questi.

E adesso andiamo a giustificare un po’ di scelte. Vista l’abbondanza di attaccanti, per rendere competitiva la nostra squadra, abbiamo deciso di pescare dalla capolista Juventus uno dei suoi pilastri difensivi. Per cui, dalla prima in classifica prendiamo Bonucci. Da Roma e Napoli, i perni del centrocampo, Hamsik e Nainggolan.

Come detto, infatti, per l’attacco ci affidiamo a due attaccanti molto prolifici, il Gallo Belotti e Mauro Icardi, il meglio che potessimo prendere da Torino e Inter.

Chi resta? Dal miracolo Atalanta, avremmo potuto prendere il Papu Gomez, ma l’attacco era già affollato, per cui ripieghiamo su Conti, da schierare laterale di difesa. Dal Milan, ovviamente Donnarumma in porta, visto che Suso o Bacca non avrebbero trovato spazio davanti…

Infine, dalla Fiorentina prendiamo Bernardeschi, il meglio che possiamo prendere e lo mettiamo a fare il trequartista dietro le due punte, nel nostro 4-3-1-2, e chiudiamo con le due scelte più difficili: Samp e Chievo. Stesso discorso per la Samp, se avessimo preso Muriel o Schick, per esempio, saremmo poi andati in difficoltà sulle scelte da fare per il centrocampo (per dire, avremmo dovuto poi prendere un difensore o centrocampista della Fiorentina…avete capito quanto è difficile sto giochetto?). Per cui, ci prendiamo Torreira a centrocampo.

E poi, l’ultima scelta: dovevamo prendere per forza uno del Chievo, undicesimo in classifica. Considerato che il meglio sarebbero stati probabilmente Birsa o Inglese, o magari il Pata Castro, dobbiamo comunque fare i conti con la nostra formazione. Alla quale mancava un terzino: e quindi, via con il buon Gobbi a faticare sulla fascia di sinistra…




Che ne dite? E’ o non è un giochino molto stimolante? Ora, attendiamo il vostro parere. Commentate su Facebook con la vostra formazione ideale, scelta rispettando questi canoni: una formazione che possa stare in campo per davvero, e composta prendendo un solo giocatore per ogni squadra. Scommettiamo che non è così facile?

Related Posts

Pallone d’oro 2016: la classifica finale completa

2016-12-12 20:11:28
delinquentidelpallone

18

Serie A: la classifica delle multe

2016-05-20 18:01:35
delinquentidelpallone

18

Serie A, la classifica della sfortuna. Chi ha preso più legni?

2016-03-24 17:23:51
delinquentidelpallone

18

Garrincha, l’angelo dalle gambe storte

2015-05-01 19:35:37
delinquentidelpallone

18

Parma e Cesena, una domenica in cui la classifica non conta

2015-02-15 22:08:35
delinquentidelpallone

18

Éder, la solitudine degli eroi per caso

2017-03-27 18:29:52
delinquentidelpallone

8