La terza maglia brutta del giorno: il Celtic La terza maglia brutta del giorno: il Celtic
Ve lo avevamo detto che è ormai diventata un’abitudine: anche oggi, amici nostri, abbiamo una terza maglia per la nuova stagione che riteniamo essere... La terza maglia brutta del giorno: il Celtic

Ve lo avevamo detto che è ormai diventata un’abitudine: anche oggi, amici nostri, abbiamo una terza maglia per la nuova stagione che riteniamo essere parecchio brutta e antiestetica. Stiamo parlando, se non siete informati su tutti gli avvenimenti dell’estate calcistica (e vi perdoniamo, vorremmo anche noi essere sotto l’ombrellone con la birretta in mano) della nuova terza maglia presentata oggi dagli scozzesi del Celtic.

La nuova terza maglia del Celtic, infatti, prodotta dalla New Balance, si presenta agli occhi degli appassionati con una tonalità di rosa parecchio acceso (a noi ricorda la maglia ciclamino del Giro d’Italia, in realtà) con in mezzo delle texture a righe orizzontali più scure. Qualcosa di molto distante dalla tradizione biancoverde degli scozzesi, ma c’è un motivo per questa scelta.

Ecco la terza maglia 2016-17 del Celtic.

nwec

Il motivo? E’ un richiamo piuttosto esplicito ai biglietti della finale di Coppa dei Campioni del 1967, giocata a Lisbona e vinta dal Celtic, contro una squadra italiana, l’Inter di Helenio Herrera, che con quella partita vedeva finire il proprio ciclo magico.

ecftick

All’interno della maglia sono presenti dei richiami a quella finale, quella passata alla storia, dalle parti di Glasgow, come quella dei “Lisbon Lions”. Alla fine, tutto sommato, una maglia onesta visto il dolce ricordo che si nasconde dietro. Quel rosa, però, non è proprio bellissimo da vedere.