La terribile statistica che spiega la difficile partita di Romelu Lukaku La terribile statistica che spiega la difficile partita di Romelu Lukaku
Il match più atteso di ieri, in Premier League, era sicuramente quello tra Liverpool e Manchester United. La partita di Anfield ha forse tradito... La terribile statistica che spiega la difficile partita di Romelu Lukaku

Il match più atteso di ieri, in Premier League, era sicuramente quello tra Liverpool e Manchester United.

La partita di Anfield ha forse tradito un po’ le attese, regalando una partita finita a reti bianche e senza grandissime occasioni da gol, con De Gea che, con una super parata, ha salvato i Red Devils nel primo tempo.

Il Liverpool ha comunque prodotto significativamente più gioco di un Manchester United che è sembrato accontentarsi del punto in una trasferta storicamente difficile.

A fine partita, Klopp ha un po’ pungolato Mourinho criticando – senza astio – la partita difensiva dello United, che però ci ha abituato a partite del genere.




Mou si è difeso dicendo di aver comunque provato a giocare per i 3 punti, ma le statistiche parlano comunque abbastanza chiaro, e dicono di un dominio, seppur sterile, del Liverpool.

Vedere per credere.

Ancora più impressionante è la curiosa statistica riguardante Romelu Lukaku: l’attaccante belga è stato, per buona parte del match, abbandonato al suo destino mentre lo United aspettava compatto il Liverpool.

Lukaku, infatti, ha toccato il primo pallone della sua partita solo dopo 17 minuti di gioco.

Non una partita felice per Lukaku, ma alla fine punticino portato a casa senza troppa sofferenza per lo United: il City, invece, ha asfaltato 7-2 lo Stoke City e ha provato il primo allungo stagionale, in quella che sembra essere una corsa a due, tutta made in Manchester, per il titolo.