La super clausola con cui il Valencia vuole blindare Kondogbia La super clausola con cui il Valencia vuole blindare Kondogbia
Sembrano lontanissimi i tempi in cui Milan e Inter si davano battaglia sul mercato per assicurarsi le prestazioni di Geoffrey Kondogbia, all’epoca centrocampista del... La super clausola con cui il Valencia vuole blindare Kondogbia

Sembrano lontanissimi i tempi in cui Milan e Inter si davano battaglia sul mercato per assicurarsi le prestazioni di Geoffrey Kondogbia, all’epoca centrocampista del Monaco.

A spuntarla, come ben sappiamo, fu l’Inter che alla fine pagò alla squadra francese, bonus compresi, quasi 40 milioni di euro.

L’avventura nerazzurra di Kondogbia è stata caratterizzata da moltissime ombre e poche luci, con il centrocampista francese che non è mai riuscito ad ambientarsi nel nostro campionato e ha collezionato prestazioni anonime, finendo con il perdere completamente la fiducia in se stesso.

Era ormai evidente che la sua avventura italiana non sarebbe potuta durare a lungo, nonostante l’arrivo di Spalletti sulla panchina nerazzurra che aveva mostrato buona fiducia nel possibile recupero, psicologico prima ancora che tecnico, del giocatore.

Così quando è arrivata l’offerta del Valencia il giocatore ha spinto per il trasferimento in Spagna, con la speranza di rilanciarsi vista anche l’ancor giovane età. Kondogbia è stato ceduto con la formula del prestito con diritto di riscatto, quest’ultimo fissato a 25 milioni di euro.

La prima parte di stagione a Valencia di Kondogbia è stata a dir poco esaltante sia dal punto di vista personale (è diventato pilastro inamovibile del centrocampo di Marcelino) che di squadra (il Valencia è secondo in classifica a 4 punti di distanza dal Barcellona).

Embed from Getty Images

Il riscatto da parte della società spagnola è dato praticamente per scontato e sarebbe pronto anche un contratto quadriennale per blindare il giocatore.

C’è di più: in questo contratto, con tutta probabilità, verrà inserita una clausola rescissoria molto importante, del valore di 80 milioni di euro.

Quello che in Italia sembrava essere diventato un oggetto misterioso in Spagna ha ritrovato la fiducia e la forma dei tempi di Monaco, quando molte squadre erano rimaste impressionate da quel mix di qualità e fisicità che facevano presupporre una carriera di alto livello.