Il risultato più clamoroso di questa prima tornata di partite di Nations League è stato probabilmente quello arrivato ieri sera da Elche. La Spagna,...

Il risultato più clamoroso di questa prima tornata di partite di Nations League è stato probabilmente quello arrivato ieri sera da Elche.

La Spagna, infatti, ha letteralmente travolto la Croazia finalista mondiale, infliggendole un sonoro 6-0 che poteva essere anche una punizione più severa, viste le tante occasioni sbagliate dalle Furie Rosse, alla seconda partita con Luis Enrique in panchina.

Grande protagonista della serata è stato Marco Asensio: il giovane del Real ha segnato un gol e mezzo – suo il tiro carambolato sulla schiena del portiere croato Kalinic – e regalato tre assist ai suoi compagni.

Una performance a tutto campo che ha letteralmente fatto strabuzzare gli occhi, e che gli è valsa le copertine internazionali, che hanno giustamente omaggiato la sua partita.

Una partita raccontata anche da numeri e statistiche, che spiegano la grande efficacia e la presenza in tutte le zone delle operazioni da parte di Asensio. 77 palloni toccati, 59 passaggi completati sui 62 tentati (una precisione del 95%), tre tiri in porta.

I 77 palloni toccati da Marco Asensio contro la Croazia

La prestazione di Asensio è stata letteralmente trascinante, soprattutto per la sicurezza mostrata dal ragazzo nelle giocate e per la capacità di andarsi a prendere il pallone per impostare l’azione nella trequarti avversaria, suo terreno di caccia preferito.

Questi gli highlights della sua partita (scusate per la musica, non è roba nostra, naturalmente) che parlano chiaro, anche più dei numeri.

Dopo il disastroso Mondiale, la Spagna aveva senza dubbio bisogno di un segnale forte per ripartire: e farlo da giovani già protagonisti e sicuri come Marco Asensio è sicuramente il modo migliore per farlo.