La stranissima statistica di Napoli-Empoli La stranissima statistica di Napoli-Empoli
Ieri sera la partita tra Napoli e Empoli ha aperto l’undicesima giornata di Serie A: la squadra di Ancelotti si è imposta con un... La stranissima statistica di Napoli-Empoli

Ieri sera la partita tra Napoli e Empoli ha aperto l’undicesima giornata di Serie A: la squadra di Ancelotti si è imposta con un netto 5-1, frutto della nottata strepitosa di Dries Mertens, autore di una tripletta (e un assist) e dei gol di Lorenzo Insigne e Arek Milik.

Con il successo di ieri, il Napoli si è momentaneamente avvicinato a -3 dalla Juventus, in attesa del match di questa sera tra i bianconeri e il Cagliari.

I più attenti, però, ieri sera avranno notato che l’andamento della partita del San Paolo è stato piuttosto curioso, e a fine partita le statistiche hanno raccontato qualcosa che non si vede propriamente tutti i giorni, soprattutto in una partita finita con un margine di distacco così ampio tra le due squadre.

L’Empoli, infatti, ha tenuto palla più del Napoli, facendo registrare il 53% del possesso palla, un dato che – andiamo a memoria ma crediamo di non sbagliare – da quelle parti non si vedeva molto spesso, soprattutto dopo le stagioni di Sarri.

Ma il dato più curioso e affascinante è un altro: siete in grado di trovarci una partita finita 5-1 in cui la squadra sconfitta ha battuto 7 calci d’angolo e quella vincente nessuno?

Qualcosa di veramente mai visto, probabilmente.

L’Empoli, comunque, ha fatto una partita che va molto al di là dei 5 gol subiti: la squadra di Andreazzoli, infatti, ha tirato per 11 volte verso la porta di Karnezis, trovando il gol solo con il solito Ciccio Caputo.

I toscani, poi, hanno completato anche più passaggi del Napoli: 511 completati (sui 586 tentati) contro i 493 della squadra di Ancelotti.

Numeri che, lo ribadiamo ancora una volta, non fanno impressione in sé: ma che diventano curiosi se rapportati ad una partita finita 5-1

Related Posts