La storia delle squadre ospiti in Copa America La storia delle squadre ospiti in Copa America
Molti di voi avranno sicuramente alzato il sopracciglio nel leggere il titolo del nostro pezzo sul Qatar in Copa America: cosa ci fa una... La storia delle squadre ospiti in Copa America

Molti di voi avranno sicuramente alzato il sopracciglio nel leggere il titolo del nostro pezzo sul Qatar in Copa America: cosa ci fa una squadra asiatica (assieme al Giappone, peraltro) in una competizione riservata alle compagini appartenenti alla CONMEBOL, l’equivalente sudamericano della nostra UEFA?

A partire dal 1993, la federazione ha deciso di allargare la partecipazione alla Copa a due squadre ospiti non appartenenti alla CONMEBOL; solitamente, per continuità territoriale, si tratta di nazionali affiliate alla CONCACAF, la federazione delle squadre centro e nordamericane, ma è anche accaduto, come in questa edizione, che venissero invitate rappresentative di paesi al di fuori del continente americano. Ospite di fatto fisso è il Messico, che ultimamente ha però inviato la rappresentativa Under 23 per concomitanza con la Gold Cup della propria confederazione, e che in questa edizione ha declinato l’invito.

Ecco dunque una breve cronistoria delle squadre ospiti in Copa America e del loro rendimento:

1993 – Si parte con USA e Messico: gli statunitensi escono mestamente come ultimi classificati del girone, invece il Messico viene ripescato come seconda miglior terza classificata e a sorpresa raggiunge la finale, fermato sul più bello dall’Argentina di Batistuta.

1995 – Ancora Messico e Usa e ancora un ripescaggio da terza classificata per il Tricolor, meglio va agli statunitensi che vincono addirittura il raggruppamento davanti all’Argentina. Il sorteggio mette le due ospiti una contro l’altra nei quarti e saranno gli Usa ad avere la meglio, per poi soccombere di misura al Brasile in semifinale per mano di Pluto Aldair.

1997 – Al posto degli Stati Uniti tocca al Costa Rica, ultimo nel gruppo della morte con Brasile, Messico (qualificato) e Colombia. I messicani, guidati da Cuauthemoc Blanco, passano ai rigori contro l’Ecuador ma cadono per 3-1 in semifinale coi padroni di casa della Bolivia, sconfitti in finale dal Brasile di Ronaldo e soprattutto Ze Roberto.

1999 – Prima asiatica ad affiancare l’ormai classico Messico, il Giappone di Kazu Miura. I nipponici chiudono all’ultimo posto del girone, la Trì invece raggiunge ancora una volta la semifinale, ancora contro i brasiliani, vincenti grazie alle reti di Ronaldo e Marcio Amoroso.

2001 – Decisamente controversa la prima Copa del nuovo millennio: insieme al Messico ci sarebbe per la prima volta il Canada, ma i dissidi interni alla Colombia (paese organizzatore) portano la CONMEBOL prima a revocare l’assegnazione della manifestazione e poi a posticiparla di un anno, scelta però impraticabile a causa dei mondiali nippocoreani del 2002. La CONMEBOL riassegna quindi la Copa alla Colombia, ma Canada e Argentina, spaventate dal clima di guerra che si respirava nel paese in quel periodo, decidono di ritirare le proprie nazionali. Parte così la prima Copa America con tre squadre ospiti: il Messico, il Costa Rica (dopo la rinuncia del Guatemala) e l’Honduras, costretto in pochissime ore a convocare i propri calciatori, già in vacanza. Tutte e tre le squadre ospiti passano la fase a gironi, per la prima volta senza ripescaggi: ai quarti l’Honduras elimina il Brasile (che per protesta partecipa con una nazionale di secondo piano), il Messico ha la meglio sul Cile mentre il Costa Rica cade per mano dell’Uruguay. In semifinale gli honduregni vengono fermati dalla Colombia (vinceranno poi la finale per il terzo/quarto posto), mentre il Tricolor raggiunge l’atto conclusivo, prima di alzare bandiera bianca davanti ai Cafeteros di Ivan Ramiro Cordoba, marcatore decisivo in finale.

2004 – Ristabilito l’ordine, le squadre ospiti sono di nuovo Messico e Costa Rica, che passano il girone ma cadono entrambe ai quarti, rispettivamente per mano del Brasile poi campione (con doppietta di Adriano) e della Colombia.

2007 – Assieme al Tricolor tornano finalmente gli Stati Uniti, che però non rimediano esattamente una grande figura, ultimi nel girone con 0 punti. Meglio va al Messico, ormai abbonato alla fase a eliminazione diretta, che nei quarti schiaccia 6-0 il Paraguay salvo poi uscire sconfitto dall’Argentina per mano di Heinze, Messi e Riquelme.

2011 – In Argentina sbarcano Messico e Costa Rica (inizialmente era stato invitato il Giappone, poi ritiratosi in seguito al maremoto di Tohoku), per la prima volta entrambe eliminate nella prima fase. Il Costa Rica non rientra tra le migliori terze per differenza reti, mentre i messicani, che schierano una nazionale sperimentale vista la quasi contemporanea Gold Cup, chiudono mestamente all’ultimo posto con 0 punti.

2015 – Esordio assoluto per la Giamaica, invitata in seguito ai rifiuti in serie di Cina, Costa Rica, Giappone e Stati Uniti. Volenterosi ma non troppo attrezzati, i giamaicani rimediano 3 sconfitte di misura su 3 partite; non va troppo meglio al Messico, anch’esso ultimo nel raggruppamento con 2 punti.

2016 – Per la Copa America Centenario la CONCACAF decide di fare le cose in grande, portando a 16 il numero delle partecipanti e invitando ben 6 squadre dalla vicina CONMEBOL. Oltre alle classiche Messico, Stati Uniti e Costa Rica, e al ritorno della Giamaica, partecipano Haiti e Panama, vincitrici dei playoff di qualificazione rispettivamente contro Trinidad & Tobago e Cuba. Le ultime tre si rivelano però, come prevedibile, poco più che cenerentole; alla seconda fase si qualificano solamente Usa e Messico, quest’ultimo letteralmente raso al suolo dal 7-0 del Cile di Edu Vargas e Alexis Sanchez. Gli yankee invece, guidati da Dempsey, battono l’Ecuador e raggiungono la semifinale, dove verranno eliminati dall’Argentina, poi sconfitta in finale dal Cile ai calci di rigore.

Alex Campanelli
twitter: @Campanelli11

Related Posts

Le squadre più vincenti del mondo

2019-09-13 08:43:23
delinquentidelpallone

18

Il Kosovo ha un appuntamento con la storia

2019-09-10 09:07:22
delinquentidelpallone

18

Le uniche 5 partite che San Marino non ha perso nella sua storia

2019-09-06 07:51:31
delinquentidelpallone

18

Le 5 squadre favorite per la promozione in Serie A

2019-08-23 14:46:26
delinquentidelpallone

18