La statistica che spiega perché l’Europa League è meravigliosa La statistica che spiega perché l’Europa League è meravigliosa
Con le partite giocate stasera, si è completato definitivamente il quadro delle partecipanti ai quarti di finale di Europa League. Saranno 8 squadre di... La statistica che spiega perché l’Europa League è meravigliosa

Con le partite giocate stasera, si è completato definitivamente il quadro delle partecipanti ai quarti di finale di Europa League.

Saranno 8 squadre di 8 nazioni diverse a giocarsi la vittoria finale, con una chiara favorita (l’Atletico Madrid) e un paio di squadre che potrebbero ancora dire la loro, come per esempio Arsenal e Lazio.

E, poi, diverse sorprese, tra tutte il Salisburgo – affascinante il possibile “derby” con il Lipsia – e il CSKA Mosca, squadra data per spacciata da tutti.

Ma c’è un’altra statistica, venuta fuori in queste ore, che dimostra l’assoluta imprevedibilità di questa competizione, anche a livello storico.

Dalla stagione 2015-16 ad oggi, infatti, ai quarti di finale di Europa League ci sono state SEMPRE squadre diverse.

Sì, avete capito bene: negli ultimi 3 anni, nessuna squadra ha partecipato per due volte ai quarti di finale della seconda manifestazione continentale per club.

Questo il quadro delle partecipanti ai quarti di finale di Europa League dal 2015-16 ad oggi: la conferma dell’equilibrio e dell’imprevedibilità di questa coppa, da sempre la nostra preferita.

2015-16: Villarreal, Sparta Praga, Siviglia, Borussia Dortmund, Liverpool, Braga, Shakhtar Donetsk, Athletic Club

2016-17: Celta Vigo, Genk, Anderlecht, Manchester United, Ajax, Schalke 04, Olympique Lione, Besiktas

2017-18: Marsiglia, Atletico Madrid, Lazio, Sporting Club, Lipsia, Arsenal, CSKA Mosca, Salisburgo