La statistica che dimostra la grande partita giocata dall’Ajax La statistica che dimostra la grande partita giocata dall’Ajax
Il pareggio della Johan Cruijff Arena di Amsterdam ha messo in mostra un grande Ajax, una squadra giovane e arrembante che ha messo in... La statistica che dimostra la grande partita giocata dall’Ajax

Il pareggio della Johan Cruijff Arena di Amsterdam ha messo in mostra un grande Ajax, una squadra giovane e arrembante che ha messo in difficoltà per gran parte del match la Juventus, che pure arrivava favorita alla partita.

L’1-1, nonostante il palo colpito da Douglas Costa nel finale, è un punteggio che potrebbe anche stare stretto ai ragazzi di Ten Hag, che hanno spesso costretto i bianconeri a difendersi e hanno sfiorato a più riprese, nel secondo tempo, il gol che avrebbe ribaltato il punteggio.

In ogni caso, la Juventus non potrà speculare su questo pareggio al ritorno, visto che giocare per lo 0-0 contro una squadra come l’Ajax potrebbe anche essere controproducente.

C’è una statistica, tra le tante, che racconta la grande partita giocata ieri sera dall’Ajax, e la quantità di occasioni prodotte dai Lancieri.

La squadra di Ten Hag ha infatti effettuato 19 tiri verso la porta difesa da Szczesny, di cui 6 finiti nello specchio della porta: la particolarità è la distribuzione di questi tiri, visto che Daley Blind è stato l’unico giocatore di movimento dell’Ajax a non fare nemmeno un tiro verso la porta della Juventus.

Per il resto, gli altri 9 compagni hanno tutti provato almeno una volta la conclusione, a partire dai 7 di Ziyech, fino ai 3 di Veltman e ai 2 di Schone, con tutti gli altri che ci hanno provato almeno una volta. Per fare un confronto, sono stati invece 5 i giocatori della Juventus che hanno provato la conclusione verso la porta di Onana.

Un segno della quantità di occasioni e dei tanti pericoli portati dall’Ajax, con un sistema di gioco fluido e che permetteva di liberare alla conclusione praticamente chiunque, a prescindere dal ruolo o dalla posizione occupata in campo.