La statistica che conferma la terribile stagione di Ronaldo in Liga La statistica che conferma la terribile stagione di Ronaldo in Liga
Ieri sera il Real Madrid non è riuscito a venire fuori dal Wanda Metropolitano con i 3 punti: il derby di Madrid si è... La statistica che conferma la terribile stagione di Ronaldo in Liga

Ieri sera il Real Madrid non è riuscito a venire fuori dal Wanda Metropolitano con i 3 punti: il derby di Madrid si è concluso sul punteggio di 0-0, e il Barcellona è scappato addirittura a +10 in classifica.

A metà novembre, insomma, la Liga potrebbe essere già bella che andata, e il Real è costretto a un vero e proprio miracolo per rimetterla in piedi; in Champions League, poi, la squadra di Zidane rischia di perdere il primo posto nel girone a favore del Tottenham.

Uno dei motivi della brutta stagione del Real potrebbe essere sicuramente il rendimento al di sotto dei suoi standard di Cristiano Ronaldo: in Liga, il campione portoghese quest’anno ha segnato un solo gol, nelle 8 partite giocate (aveva saltato l’inizio di campionato per l’espulsione rimediata in Supercoppa).

Un gol in 720 minuti: non proprio numeri da Cristiano Ronaldo, ma è un’altra la statistica che forse dimostra quanto Ronaldo sia poco incisivo e poco motivato, quest’anno.

Il portoghese, infatti, è uno dei pochissimi calciatori in Liga a non aver mai vinto un contrasto, e a non aver mai recuperato un solo pallone. Zero, come i tackle tentati da Ronaldo, che insomma sembra non aver proprio voglia di andare a recuperare il pallone

Certo, direte voi: non è il suo mestiere. Ma da qui a non metterne insieme nemmeno uno, c’è tutta la differenza del mondo.

Un segnale preoccupante, che dimostra forse come Ronaldo si stia innervosendo e sia spesso avulso dal gioco, contrariamente a quanto succedeva fino al’anno scorso.

C’è ancora tempo per rimettere in piedi la stagione, e almeno in Champions League, una volta cominciata la fase ad eliminazione diretta, il Real sarà una delle squadre da battere, in ogni caso. Ma un Cristiano Ronaldo così non può che far scattare almeno un piccolo campanello d’allarme…