La squadra dell’anno della UEFA nel 2003 era strepitosa La squadra dell’anno della UEFA nel 2003 era strepitosa
Di tanto in tanto, lo sapete, ci piace staccarci dal presente e andare a rovistare nel passato, visto che il mondo del calcio –... La squadra dell’anno della UEFA nel 2003 era strepitosa

Di tanto in tanto, lo sapete, ci piace staccarci dal presente e andare a rovistare nel passato, visto che il mondo del calcio – e soprattutto le possibilità offerte dalle tecnologie dell’informazione nell’anno del Signore 2020 – ha tante cose da raccontare e tante cose da ricordare.

Oggi abbiamo deciso di fare un salto indietro a poco più di quindici anni fa. Diciassette anni fa, per la precisione, nel 2003.

Cosa succedeva in quell’anno? In quella stagione, la 2002-03, il Milan vinceva la Champions League nella finale di Manchester, conquistata ai rigori contro la Juventus, che doveva accontentarsi dello scudetto.

E, allora, siamo andati a cercare la squadra dell’anno della UEFA del 2003, che in effetti rispecchia in pieno quanto succedeva in campo, con Milan e Juventus protagoniste.

È una squadra bellissima, e soprattutto dotata di un centrocampo da paura, che, se vi ricordate di questi giocatori al culmine della loro carriera, fa veramente impressione.

Ecco a voi gli 11 migliori giocatori del 2003 secondo la UEFA, allora.

Per noi che siamo stati abituati a crescere con Messi e Ronaldo protagonisti sempre e comunque, sempre e dovunque, fa quasi tenerezza vedere un attacco senza nemmeno uno dei due extraterrestri, troppo giovani all’epoca.

E allora, ci godiamo la coppia d’attacco formata da un Thierry Henry che all’epoca sembrava inarrestabile (certo, concluse quella stagione con 32 gol, numeri che Messi e Ronaldo guarderebbero quasi con disprezzo…) e da un Ruud van Nistelrooy all’apice della carriera.

Tanta Italia in difesa, con la coppia centrale composta da Maldini e Nesta, un muro in quella stagione, e con Gigi Buffon in porta. A centrocampo, invece, Pavel Nedved, che a dicembre del 2003 avrebbe poi vinto il Pallone d’Oro.