Le ultime notizie in casa City sono l’ufficializzazione degli acquisti di Danilo e Mendy, i terzini ex Real e Monaco strappati a suon di...

Le ultime notizie in casa City sono l’ufficializzazione degli acquisti di Danilo e Mendy, i terzini ex Real e Monaco strappati a suon di milioni alla concorrenza.

Con questi due colpi la campagna acquisti del City diventa la più costosa d’Europa, avendo già fatto registrare nei giorni scorsi gli acquisti di Ederson, Walker e Bernardo Silva.

Pep Guardiola potrà contare, per la stagione che sta per cominciare, su una rosa profondissima e molto giovane: Ederson Moraes, Bernardo Silva e Benjamin Mendy, tre dei nuovi acquisti, hanno tutti 23 anni (Silva li compirà a breve) il che ci fa capire quanto sia futuribile questa rosa.

Questi nuovi acquisti si vanno ad aggiungere ad un nucleo di giocatori già molto giovani che nella passata stagione, ed in questa preseason, hanno iniziato a mettersi in mostra.

Volendo, la squadra di Pep Guardiola nella prossima stagione potrebbe schierarsi in campo con una formazione composta da soli under 23, che farebbe paura a tutti.

I giocatori del reparto offensivo, in particolare, hanno già dimostrato di spostare parecchio gli equilibri: Gabriel Jesus, la cui stagione di esordio è stata sfortunata per motivi fisici, ha già fatto intravedere lampi di grandissima classe; Leroy Sane e Bernardo Silva si possono già considerare top del ruolo, o giù di lì.

Il centrocampo sarebbe quello con più incognite ed inesperienza con Phil Foden, classe 2000 da cui Pep Guardiola è rimasto folgorato, Rodney Kongolo, fisico statuario e presenza ingombrante in mezzo al campo, e Oleksandr Zinchenko, il cui ruolo naturale sarebbe più avanzato ma che Guardiola, in virtù della sua mania di sperimentare, potrebbe far tranquillamente giocare nei 3 di centrocampo.

In difesa, oltre al nuovo acquisto Mendy, troverebbero posto John Stones, Jason Denayer e Pablo Maffeo, spagnolo di chiare origini italiane prelevato dal Girona e utilizzabile sia come terzino che, all’occorrenza, come centrale di difesa.

In porta Ederson, portiere prelevato dal Benfica per la roboante somma di 40 milioni e voluto fortemente da Guardiola anche per la sua abilità nel destreggiarsi con i piedi.

Rimarrebbero fuori da questa formazione, per darvi un’idea, gente del calibro di Sterling e Iheanacho che, nella passata stagione, hanno avuto un ruolo importante.

Vedremo se arriveranno altri acquisti, come tutto lascia supporre, e soprattutto se Guardiola dopo una prima stagione interlocutoria in Premier League saprà imporsi con il suo calcio.