La sostituzione che costò ad Ancelotti la panchina del Real Madrid La sostituzione che costò ad Ancelotti la panchina del Real Madrid
A volte basta poco per incrinare un rapporto di lavoro, soprattutto quando si parla di calcio. Per esempio, qualche giorno fa Carlo Ancelotti ha... La sostituzione che costò ad Ancelotti la panchina del Real Madrid

A volte basta poco per incrinare un rapporto di lavoro, soprattutto quando si parla di calcio.

Per esempio, qualche giorno fa Carlo Ancelotti ha raccontato un episodio abbastanza significativo in merito, relativo al suo periodo sulla panchina del Real Madrid.

Era la stagione 2014-15, quella che poi sarebbe stata l’ultima sulla panchina dei Blancos: il Real Madrid, reduce da una striscia di 22 vittorie di fila tra tutte le competizioni, affrontava il Valencia.

Il Valencia vinse 2-1 quella partita, caratterizzata da un episodio molto controverso: Ancelotti, infuriato, decise di sostituire Gareth Bale, che aveva peccato di egoismo, non servendo un pallone che Benzema avrebbe potuto comodamente appoggiare in porta, e condannando il Real alla sconfitta.

Ancelotti sostituì Bale, e Perez non prese per niente bene quella decisione, dando il via a una lunga serie di discussioni che sarebbe poi terminata con l’addio a fine stagione.

L’attuale tecnico del Napoli ha raccontato così quell’episodio in un’intervista concessa qualche giorno fa al sito Il Napolista.

In una squadra l’altruismo è importante, perché c’è una cosa che mi fa uscire pazzo: quando i giocatori si comportano da egoisti in partita. E io, nel corso della mia carriera, ho pagato per uno di quei momenti in cui uno dei miei giocatori avrebbe dovuto passare il pallone e non l’ha fatto“.

Continua Ancelotti:

L’episodio che fece esplodere le discussioni con Florentino Perez fu la sostituzione di Bale contro il Valencia. Bale avrebbe dovuto passarla a Benzema, che avrebbe segnato a porta vuota, ma invece decise di tirare. Ho sostituito Bale ed è successo un putiferio. A volte serve anche essere egoisti, ma non era quello il caso...”

Il Real di Ancelotti avrebbe poi concluso quella stagione al secondo posto in campionato dietro al Barcellona e uscendo alle semifinali di Champions, eliminato dalla Juventus.

E quella sostituzione fu l’inizio di tutte le complicazioni di quella stagione…