Dopo le fatiche di coppa di metà settimana, ieri sera sono ritornati protagonisti i campionati, con i primi anticipi. In Spagna si è giocato...

Dopo le fatiche di coppa di metà settimana, ieri sera sono ritornati protagonisti i campionati, con i primi anticipi.

In Spagna si è giocato un match molto importante, un match che, vista la situazione di classifica parecchio ingarbugliata, poteva consentire addirittura all’Espanyol di volare in testa al campionato da solo per una notte.

E la squadra di Cesc Rubí era quasi riuscita nel suo intento, visto che stava vincendo per 1-0 in casa del Real Valladolid, grazie al gol segnato dopo 20 minuti da Borja Iglesias.

A pochi minuti dal termine del match, però, l’allenatore di casa ha mandato in campo Daniele Verde, attaccante italiano classe ’96 in prestito dalla Roma, che nello scorso campionato aveva giocato con la maglia del Verona.

E Verde, all’ultimo istante, si è preso la responsabilità di calciare una punizione dai 30 metri, una delle ultime occasioni per portarsi a casa almeno un punto. Diciamo che l’ha sfruttata bene, l’occasione.

Il siluro di Verde prende infatti una traiettoria stranissima, e beffa il portiere dell’Espanyol, un’altra conoscenza del calcio italiano, Diego Lopez.

Un gol che fa esultare anche il nuovo proprietario del Real Valladolid, nientemeno che Ronaldo, il Fenomeno. E un gol che consente all’Espanyol di agganciare sì il Barcellona in vetta a 18, ma che non permette la fuga solitaria all’altra quadra catalana…