La proposta di Tavecchio per riformare Serie A, B e C La proposta di Tavecchio per riformare Serie A, B e C
Da qualche tempo, ormai, si parla della necessità di una riforma che possa ridurre il numero di squadre professionistiche in Italia. Troppe, secondo la... La proposta di Tavecchio per riformare Serie A, B e C

Da qualche tempo, ormai, si parla della necessità di una riforma che possa ridurre il numero di squadre professionistiche in Italia.

Troppe, secondo la maggior parte degli addetti ai lavori e dei tifosi, le squadre che partecipano ai tre principali campionati professionistici, ovvero la Serie A, la Serie B e la Serie C (tornata alla vecchia denominazione dopo diversi anni di “Lega Pro”).

Nel format attuale, infatti, sono 102 le squadre professionistiche: 20 in Serie A, 22 in Serie B, 60 squadre (tre gironi da 20) in Serie C. Però, quest’anno, per diverse vicissitudini societarie e giudiziarie, in Serie C le squadre sono solo 57.

In tutto questo, viene detto da più parti che la Serie A, per via del numero troppo alto di squadre, non riesce a mantenere un livello alto di competitività. Discorso lungo e complesso, e che forse esula dal semplice numero di squadre del campionato.

In ogni caso, il presidente federale Carlo Tavecchio ha intenzione di proporre una riforma che possa snellire in maniera importante il numero di squadre professionistiche in Italia. Questa la sua proposta: 74 squadre professionistiche, divise in questo modo: una Serie A a 18 squadre, una Serie B a 20 squadre e una serie C composta da sole 36 squadre, vale a dire due gironi da 18.

Un programma che, ovviamente, farebbe scontenti molti, soprattutto ai piani inferiori delle gerarchie calcistiche italiane: e proprio per questo la riforma andrebbe studiata per bene, e al momento è solo in fase embrionale e progettuale.

Embed from Getty Images

Anche in Serie A, a quanto pare, il ritorno alle 18 (o meno) squadre è solo per adesso un’utopia: per via della questione dei diritti tv e relativi introiti, la Lega A (al momento anche commissariata…) sarebbe restia alla riduzione del numero di squadre, e lo sarebbero soprattutto i Presidenti delle medio-piccole.

Insomma, la riforma è sul tavolo, ma per vederla attuata potremmo dover aspettare anche parecchio tempo…

Related Posts

La partita perfetta di Jason Denayer

2019-08-17 08:57:41
delinquentidelpallone

18

La trollata dell’Ajax per fare gli auguri a de Ligt

2019-08-12 15:12:43
delinquentidelpallone

18

I migliori giovani attaccanti per Football Manager 2019

2019-08-08 09:32:51
delinquentidelpallone

18

Perché i terzini si chiamano così?

2019-08-08 08:04:33
delinquentidelpallone

18

L’offerta del Flamengo per convincere Mario Balotelli

2019-08-07 07:46:03
delinquentidelpallone

18