La presa in giro epica di una squadra messicana nei confronti di Neymar La presa in giro epica di una squadra messicana nei confronti di Neymar
Il Mondiale del Brasile si è interrotto bruscamente nei quarti di finale per mano del Belgio, che ha vinto la sfida con il risultato... La presa in giro epica di una squadra messicana nei confronti di Neymar

Il Mondiale del Brasile si è interrotto bruscamente nei quarti di finale per mano del Belgio, che ha vinto la sfida con il risultato di 2-1 e affronterà la Francia nella semifinale prevista domani.

Da molti addetti ai lavori la Nazionale verdeoro era considerata tra le favorite, se non la favorita assoluta, per la vittoria finale ma si sa che in queste manifestazioni i pronostici della vigilia lasciano il tempo che trovano in quanto entrano in gioco tantissimi fattori non sempre ponderabili.

C’era anche molta curiosità circa il Mondiale che avrebbe disputato Neymar: il giocatore del Psg aveva appena recuperato da un infortunio e non era certo al meglio fisicamente. Il suo è stato un torneo caratterizzato da luci e ombre: grandissime giocate alternate a battute a vuoto, unite qualche atteggiamento discutibile che proprio non è andato giù ai suoi detrattori.


In particolare è stato molto criticato il suo modo di accentuare ogni fallo subito ed il suo rotolarsi a terra dopo ogni contatto, anche se non particolarmente violento. In qualche partita Neymar è stato sicuramente tartassato da molti falli, ma nessuno di questi particolarmente pericoloso.

La tv svizzera ha persino calcolato il tempo trascorso per terra da Neymar, che prima dell’ultima sfida si aggirava intorno ai 14 minuti.

Che la cosa potesse prendere una piega perversa ce lo si poteva immaginare ed infatti sono già nate diverse prese in giro, tra cui il “Neymar Challange“, un gioco dove la gente si rotola per terra simulando le gesta del giocatore brasiliano.

Questo Neymar Challange ha avuto il suo apice, al momento, in una partita del campionato messicano tra Club Tijuana e Toluca, dove all’intervallo i tifosi si sono esibiti in rotolamenti dalla linea di centrocampo all’area di porta, tra l’ilarità generale.

Guardate un po’:

Va ricordato che negli ottavi di finale il Brasile ha eliminato proprio il Messico dai Mondiali, con alcune dichiarazioni dei protagonisti di entrambe le squadre, a fine partita, non proprio concilianti e all’insegna della sportività.

Una volta eliminato il Brasile non si è fatta attendere la stoccata di Guardado, uno dei giocatori più rappresentativi del Messico, che lo ha punzecchiato scrivendo: “Adesso chi è che va a casa?”.

Insomma come dimostrato anche da questo divertente siparietto le scintille tra Messico e Brasile proseguono anche a distanza.