I social network, di questi tempi, sono continuamente al centro di polemiche e discussioni, ma, se usati con il giusto spirito, possono diventare un...

I social network, di questi tempi, sono continuamente al centro di polemiche e discussioni, ma, se usati con il giusto spirito, possono diventare un mondo decisamente meraviglioso e divertente.

Prendete, per esempio, quello che è successo ieri, in Inghilterra (dove, va detto, sembra che stranamente abbiano molto più senso dell’umorismo di noi, che continuiamo a prenderci maledettamente sul serio).

A Stoke on Trent, è andata in scena una partita quasi surreale tra Stoke City e Arsenal, con i Potters che hanno battuto la squadra di Wenger per 1-0, nonostante – soprattutto nel secondo tempo – i Gunners abbiano praticamente invaso la metà campo avversaria.

Alla fine, i tifosi dell’Arsenal, delusi dalla prestazione della loro squadra, hanno protestato parecchio per un gol ingiustamente annullato a Lacazette, che sul bel suggerimento di Giroud non era in fuorigioco.

A quel punto, i tifosi dei Gunners hanno deciso di prendersela anche con la polizia di Stoke on Trent, che sui suoi profili social, in particolare su Twitter, si è vista inondata di richieste piuttosto particolari.

In Inghilterra, va detto, è molto diffusa la pratica, di forze di polizia e di altri enti, di essere molto presenti online. E, ieri, sono anche riusciti a farsi una risata e a farla fare ai tifosi neutrali.

Sono stati tanti i tifosi dell’Arsenal che si sono rivolti appunto alla polizia di Stoke on Trent per denunciare “un furto”, appunto quello dello Stoke City ai danni dell’Arsenal.

La polizia di Stoke, però, ha risposto con altrettanta ironia, prendendo in giro i tifosi dell’Arsenal: “scusate per il ritardo nella risposta, eravamo impegnati a cercare una persona scomparsa, di cognome Ozil…lo avete per caso visto?

Alle tante domande relative al furto al Bet 365 Stadium, la polizia di Stoke on Trent ha risposto con la stessa simpatia e leggerezza.

Alla fine, la polizia di Stoke ha avuto anche il tempo di ringraziare e salutare i tifosi dell’Arsenal: “ci vediamo l’anno prossimo, sempre che non retrocediate…