La passione è il motore del mondo La passione è il motore del mondo
La passione è il motore del mondo, e il calcio non fa eccezione. Una passione che si palesa in forme diverse, che ognuno esprime... La passione è il motore del mondo

La passione è il motore del mondo, e il calcio non fa eccezione.

Una passione che si palesa in forme diverse, che ognuno esprime a suo modo. Noi lo facciamo venerando il lato oscuro del football, quello che fa storcere il naso a tanti perbenisti che forse ad un pallone non hanno mai neanche tirato un calcio.

Viviamo con passione, siamo romantici. Romantici come quelli dello sturm und drang, impeto e tempesta. L’impeto di un intervento scomposto, la tempesta di santi che viene giù dopo che ti hanno falciato da tergo.

La bellezza è un concetto relativo. La bellezza è un ideale che su un campo di calcio non ha ragione di esistere. I campi di calcio Dio li ha inventati per buttarci sangue, sudore, lacrime, bestemmie, imprecazioni, maledizioni. Quella che per voi è un’indegna gazzarra, per noi è uno scambio di opinioni sul senso della vita. Quella che per voi è una rissa, per noi è un sano confronto dialettico, che la dialettica fa crescere le persone.

Giochiamo a cuore aperto, non ci facciamo troppe domande, non cerchiamo troppe risposte. Se prendiamo la gamba invece della palla, pazienza, siamo fatti così. Non giochiamo per conquistare la gloria, non giochiamo per i titoli dei giornali, nè tantomeno per farci staccare l’assegno dal presidente a fine mese. Giochiamo perchè fin da quando siamo nati, la cosa più bella del mondo è sempre stata tirare dei calci ad un pallone.

Non vogliamo tornare a casa da vincitori, lo sappiamo che nel calcio si può vincere, si può perdere, si può pareggiare. Noi vogliamo tornare a casa, guardarci allo specchio ed essere felici ed orgogliosi di come siamo.

Prendeteci per come siamo. Se volete, chiamateci romantici. Non ci offendiamo.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Le 5 squadre di culto dell’Europa League 2019/20

2019-09-19 10:39:58
delinquentidelpallone

18

La maglia del Lipsia per la Champions League

2019-09-17 08:10:36
delinquentidelpallone

18

Alfredo Donnarumma: il mestiere del gol

2019-09-16 13:45:45
delinquentidelpallone

18

È arrivato il momento del tempo effettivo

2019-09-16 08:04:44
delinquentidelpallone

18

I tifosi del PSG sono arrabbiatissimi con Neymar

2019-09-14 10:06:06
delinquentidelpallone

18

La terza maglia 2019-20 dell’Atletico Madrid

2019-09-13 10:40:01
delinquentidelpallone

18

Le squadre più vincenti del mondo

2019-09-13 08:43:23
delinquentidelpallone

18

Paul Scholes è ancora in grado di fare passaggi del genere

2019-09-12 10:15:56
delinquentidelpallone

18

  • simone

    luglio 15, 2014 #1 Author

    ciao e complimenti per quello che scrivi e come lo scrivi…
    si sente la passione, l’amore verso questo sport, quello lontano dalla tv, dagli sponsor e dai milioni…ma il calcio vero, quello dei dilettanti, quello dei “perdenti”, quello della leva calcistica di de gregori…

    grazie per le belle letture, e un giorno se ti va, dedica un po’ di tempo a una leggenda nostrana, idolo mio e di tanti altri: rino gattuso.

    Rispondi

Rispondi a simone Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *