Questa sera nell’anticipo del turno infrasettimanale di serie A si affrontavano a San Siro Inter e Cagliari, una partita importante per la classifica per...

Questa sera nell’anticipo del turno infrasettimanale di serie A si affrontavano a San Siro Inter e Cagliari, una partita importante per la classifica per entrambe le squadre.

I nerazzurri, in piena bagarre per la zona Champions, avevano assoluta necessità dei 3 punti per riscattare il deludente pareggio contro l’Atalanta e la sconfitta contro il Torino mentre per il Cagliari anche un punticino sarebbe stato preziosissimo in ottica salvezza.

Alla fine a prevalere, senza grossa fatica, è stata la squadra di Luciano Spalletti che ha dominato in lungo e in largo e si è imposta per 4-0 contro un Cagliari apparso fin troppo rassegnato.

La squadra di Lopez ha giocato una delle peggiori partite, se non proprio la peggiore, di tutta la stagione e la prestazione sconcertante è stata anche testimoniata da alcune statiste inquietanti.

Pensate che il Cagliari non è riuscito a tirare in porta nemmeno in una occasione, un evento più unico che raro: pensate che per risalire all’ultima volta in cui ciò era accaduto bisogna tornare al 2014, in occasione di un Genoa-Roma.

Sotto accusa anche le scelte di Lopez, che ha deciso di giocare con una formazione piuttosto insolita, soprattutto nel reparto offensivo, schierando un tridente composto da Ceter, Sau e Giannetti, con Leonardo Pavoletti in panchina.

Parte del merito va sicuramente all’Inter, che ha sfoderato una prestazione molto convincente, ma la prova del Cagliari è stata di quelle da dimenticare, troppo brutta per essere vera.