La partita di Neymar di ieri è entrata nella storia ma non come si augurava il brasiliano. La partita di Neymar di ieri è entrata nella storia ma non come si augurava il brasiliano.
Ieri c’è stato il tanto atteso esordio del Brasile che da molti addetti ai lavori è considerato il vero favorito di questo Mondiale. A... La partita di Neymar di ieri è entrata nella storia ma non come si augurava il brasiliano.

Ieri c’è stato il tanto atteso esordio del Brasile che da molti addetti ai lavori è considerato il vero favorito di questo Mondiale.

A battezzare Neymar e compagni c’era la Svizzera, non certo il cliente più facile da affrontare in un esordio Mondiale anche se il pronostico, sulla carta, era tutto a favore dei verdeoro.

In effetti la partita, nelle prime battute, sembrava pendere decisamente dalla parte dei sudamericani, che hanno trovato la via del gol grazie ad una conclusione formidabile di Coutinho, fino ad ora la rete più bella del Mondiale.

Il piano partita della Svizzera però non è cambiato dopo il gol subito: gli uomini di Petkovic hanno continuato a fare densità in mezzo al campo costruendo una gabbia intorno all’uomo considerato più pericoloso, benchè non al meglio, ovvero Neymar.

La stella del PSG dopo l’infortunio subito al metatarso è tornato in campo dal primo minuto e, come prevedibile, l’accoglienza da parte degli svizzeri non è stata delle più soft.

Behrami, Xhaka, Lichtsteiner e soci hanno costantemente braccato il brasiliano cercando di impedirgli qualsiasi accelerazione e riuscendo nel loro piano partita. Neymar è stato piuttosto bersagliato e se voleva testare subito il suo piede dopo l’infortunio non poteva trovare partita migliore, si fa per dire.

Pensate che Neymar ha subito in tutta la partita 10 falli: era addirittura dal 1998 che non accadeva che un singolo giocatore veniva così “malmenato” dagli avversari.

L’ultimo a riuscire in questo record non particolarmente desiderato fu Alan Shearer, che all’epoca subì ben 11 falli dai calciatori tunisini.

Dal canto suo la stella del Brasile non ha fatto troppi drammi riguardo ai falli subiti, dichiarando nel post partita: “È normale, nel calcio è così e ci sono gli arbitri apposta. Mi hanno colpito duramente e dopo la gara fa ancora più male ma nulla di preoccupante“.

A prescindere dal trattamente subito si è visto che fisicamente Neymar non era di certo al meglio, come facilmente ipotizzabile, nonostante qualche spunto degno di nota.

Vedremo nel prosieguo del torneo se riuscirà a prendere più confidenza con il ritmo partita e, soprattutto, se continuerà il “trattamento di favore” perpetrato ai suoi danni.

Related Posts

La partita stellare di Dani Ceballos contro la Polonia

2019-06-23 12:16:49
delinquentidelpallone

18

La grande partita di Coutinho all’esordio in Copa America

2019-06-15 07:38:45
delinquentidelpallone

18

I calciatori espulsi nella partita d’esordio in Serie A

2019-06-13 09:16:36
delinquentidelpallone

18

Josip Simunic, il difensore ammonito tre volte in una partita

2019-06-13 08:36:59
delinquentidelpallone

18

Ieri sera Sergio Ramos è entrato nella storia del calcio

2019-06-08 07:46:31
delinquentidelpallone

18

Neymar salterà la Copa America

2019-06-06 07:27:47
delinquentidelpallone

18

La formazione dell’Italia per la partita con la Grecia

2019-06-04 07:43:44
delinquentidelpallone

18