La nazionale di Montserrat ha vinto una partita storica La nazionale di Montserrat ha vinto una partita storica
Vi abbiamo già parlato, qualche settimana fa, di quanto entusiasmante sia la CONCACAF Nations League, in cui si affrontano le nazionali centroamericane, in un... La nazionale di Montserrat ha vinto una partita storica

Vi abbiamo già parlato, qualche settimana fa, di quanto entusiasmante sia la CONCACAF Nations League, in cui si affrontano le nazionali centroamericane, in un torneo in tutto e per tutto simile alla nostra Nations League europea.

In questa prima fase stanno scendendo in campo le nazionali più in basso nel ranking per la fase di qualificazione, e come potete immaginare ne stanno venendo fuori risultati bellissimi.

Per esempio, nella notte spiccano le vittorie della Giamaica per 6-0 su Bonaire (isola di 294 chilometri quadrati e 18.000 abitanti) e quella, sempre per 6-0 del Nicaragua su Anguilla. In questo torneo può anche accadere che St.Kitts e Nevis segni 10 gol, tutti insieme, contro Saint Martin, per esempio.

Ma in questo turno si è giocata anche una partita a suo modo storica: la nazionale di Montserrat ha infatti battuto 1-0 il Belize, conquistando quella che è solamente la quarta vittoria della sua – breve – storia calcistica, la seconda da quando Montserrat si è affiliato alla FIFA.

A decidere, un gol tutt’altro che banale, un destro a giro precisissimo e imprendibile, firmato da Spencer Weir.

Prima di oggi, Montserrat aveva vinto due partite contro Anguilla (prima di essere riconosciuta come membro FIFA) e una contro le Isole Vergini, un 1-0 datato addirittura 30 maggio 2014. Oltre a queste tre vittorie, Montserrat aveva raccolto 26 sconfitte e due pareggi, portandosi sul groppone la bellezza di 155 gol subiti.

Una lunga serie di sconfitte contro avversari non proprio di livello assoluto: aveva preso 7 gol dalle Isole Vergini britanniche, 5 gol dalla Martinica, 7 gol dal Suriname, 13 gol da Bermuda.

Montserrat era stata protagonista di un evento diventato parecchio famoso, nel 2002: l’Altra Finale, una sfida contro il Bhutan, una partita tra quelle che all’epoca erano le ultime due squadre del ranking FIFA, giocata in contemporanea alla finale dei Mondiali giocata a Yokohama.

Ma oggi, dopo questa vittoria storica, l’ultimo posto del ranking FIFA sembra solo un lontano ricordo, per questi ragazzi che hanno scritto un pezzettino di una favola.