Ieri sera si è giocato anche in Premier League, e il Liverpool ha sprecato la chance di volare a + 7 sul Manchester City,...

Ieri sera si è giocato anche in Premier League, e il Liverpool ha sprecato la chance di volare a + 7 sul Manchester City, che martedì era stato a sua volta sconfitto dal Newcastle.

I Reds, ad Anfield, non sono andati oltre l’1-1 contro il Leicester, e così si sono dovuti accontentare di andare per il momento a +5 sui Citizens, un vantaggio comunque importante in vista del finale di stagione, ma che lascia più di qualche rimpianto per la partita di ieri.

Il Liverpool era andato in vantaggio con il gol di Sadio Mané al terzo minuto di gioco, rete pareggiata da Harry Maguire nel finale di primo tempo.

E proprio all’intervallo è andato in scena un episodio che ha fatto parlare parecchio: su Anfield, infatti, stava cominciando a scendere un po’ di neve, e a metà partita Jurgen Klopp ha chiesto agli inservienti di liberare il campo dalla neve stessa.

Ma ad essere liberata è stata soltanto la metà campo in cui avrebbe attaccato il Liverpool nel secondo tempo, mentre quella del Leicester è rimasta in pessime condizioni: un giochetto che ha ricordato quello famoso messo in atto dal Galatasaray nel match di Champions League contro la Juventus, anche se in quell’occasione i turchi fecero ben di peggio, praticamente distruggendo la metà campo dei bianconeri.

In ogni caso, il Leicester non è stato particolarmente colpito dalla furbata del Liverpool, visto che nel secondo tempo si è praticamente giocato solo nella metà campo in cui ha attaccato la squadra di Klopp.

L’allenatore tedesco, al termine della partita, ha comunque “dato la colpa” alla neve per il pareggio, dichiarando che il campo in pessime condizioni non ha aiutato la sua squadra.

In Inghilterra molti, invece, hanno puntato il dito addosso a Klopp, accusandolo di un comportamento poco sportivo.