La mossa con cui van Dijk ha fatto vincere la partita al Liverpool La mossa con cui van Dijk ha fatto vincere la partita al Liverpool
La lotta per il titolo, in Premier League, continua ad essere entusiasmante, e quasi dispiace – almeno agli appassionati neutrali – che alla fine... La mossa con cui van Dijk ha fatto vincere la partita al Liverpool

La lotta per il titolo, in Premier League, continua ad essere entusiasmante, e quasi dispiace – almeno agli appassionati neutrali – che alla fine sarà solo una tra Liverpool e Manchester City a poter festeggiare la vittoria.

I 94 punti conquistati dai Reds dopo la vittoria di ieri, infatti, rappresentano già la terza miglior prestazione nella storia della Premier League, ma rischiano di non essere abbastanza, nemmeno nel caso in cui dovessero diventare 97, perché con due vittorie il City arariverebbe a quota 98.

Ieri sera, però, la squadra di Klopp ha conquistato una vittoria che gli ha permesso di mantenere vivo il sogno in attesa della partita di domani tra Manchester City e Leicester: un 3-2 in casa del Newcastle, grazie al gol segnato in extremis da Divock Origi, a 4 minuti dalla fine del match.

Un colpo di testa su un calcio di punizione battuto dalla destra dell’area di rigore, sul quale ha messo lo zampino Virgil van Dijk, senza il quale il gol non sarebbe forse arrivato.

Le immagini televisive, infatti, mostrano il difensore del Liverpool che chiede a gran voce a Trent Alexander-Arnold di non battere la punizione, ma di aspettare Shaqiri per far battere lui.

Così sul pallone, invece del destro del terzino inglese, si presenta il sinistro del nazionale svizzero, che disegna una parabola perfetta che finisce sulla testa di Origi e poi in porta.

Un gesto decisivo, quello del difensore olandese, che permette al Liverpool di tenere vive le speranze di titolo, e che dimostra ancora una volta quanto in gamba sia questo giocatore, anche in quello che non è propriamente il suo mestiere.