Ieri sera Vincenzo Montella ha fatto il colpaccio, andando a vincere in casa del Manchester United, grazie alla doppietta di Ben Yedder, e raccogliendo...

Ieri sera Vincenzo Montella ha fatto il colpaccio, andando a vincere in casa del Manchester United, grazie alla doppietta di Ben Yedder, e raccogliendo una storica – per lui e per il club – qualificazione ai quarti di finale di Champions League.

Un risultato che ha reso Montella davvero felice e soddisfatto, come dimostrato anche in conferenza stampa.

Una conferenza stampa che è stata molto particolare, e che ha fatto anche parecchio divertire, per il curioso mix di italiano e spagnolo utilizzato dal tecnico campano.

Intento un po’ hablar un po’ in spagnolo un po’ in italiano, eh, che sono un pochino stanco...”

Così ha aperto la sua conferenza stampa l’Aeroplanino, continuando poi per qualche minuto con questo curioso mix tra le due lingue, con qualche incursione addirittura in dialetto.

Ma, dopo un’impresa del genere, si può concedere qualcosa, e immaginiamo che i tifosi del Siviglia saranno stati felici lo stesso.

Vincenzino, comunque, non è l’unico ad aver avuto problemi con lo spagnolo: memorabile, qualche anno fa, un’intervista di un suo corregionale, Ciro Immobile.

Anche l’allenatore scozzese David Moyes ebbe qualche problema con la lingua, in una conferenza stampa diventata leggenda, ai tempi della Real Sociedad.

Lo spagnolo, una trappola in cui prima o poi cascano tutti, insomma.