Quello che sembrava impossibile, è ormai praticamente diventato realtà. Poche ore fa, infatti, il Barcellona ha annunciato che Neymar si è recato all’allenamento odierno...

Quello che sembrava impossibile, è ormai praticamente diventato realtà.

Poche ore fa, infatti, il Barcellona ha annunciato che Neymar si è recato all’allenamento odierno solamente per salutare i suoi compagni e raccogliere le sue cose, prima di volare verso Parigi, dove è pronto a firmare il nuovo contratto con il PSG.

In questi giorni ha fatto parecchio discutere quella che, secondo molti, dovrebbero essere le modalità di pagamento della famosissima clausola rescissoria da 222 milioni di euro.

Il PSG, infatti, sarebbe intenzionato a pagare – tramite un fondo qatariota – 300 milioni a Neymar per fare il testimonial dei Mondiali 2022 in Qatar, e con quei soldi il brasiliano potrebbe svincolarsi in maniera autonoma dal Barcellona, evitando così di mettere “nei guai” il PSG con il fair play finanziario.

Ma non tutti sembrano aver preso bene questa cosa: e, stando a quanto filtra dalla Spagna, la situazione potrebbe essere meno semplice del previsto, e potrebbero esserci anche dei guai all’orizzonte.

Il presidente della Liga Javier Tebas Medrano, intervistato da AS, ha infatti annunciato che la Liga è pronta a non accettare il pagamento della clausola rescissoria con il metodo scelto dal PSG.

Ci siamo: il Barcellona ha dato a Neymar il permesso di saltare l'allenamento, il brasiliano ha salutato i compagni ed è…

Gepostet von Delinquenti prestati al mondo del pallone am Mittwoch, 2. August 2017

Se il PSG presenterà i soldi della clausola rescissoria di Neymar con questo metodo, non accetteremo il pagamento e non libereremo il giocatore. Abbiamo pronta una denuncia alla Uefa, all’Unione Europea e e al Tribunale Arbitrale Sportivo, gli organi competenti in materia. Vogliamo denunciare la competizione sleale di quei club che iniettano fondi da paesi senza controlli.

Per quanto riguarda il PSG, siamo di fronte a un chiaro esempio di doping finanziario di stato“.

Insomma, una telenovela che, probabilmente, non finirà in tempi brevi…