La Juventus non potrà far riposare troppi titolari contro il Genoa in Coppa Italia La Juventus non potrà far riposare troppi titolari contro il Genoa in Coppa Italia
Questa sera, con il primo appuntamento in programma a San Siro (dove ci sarà il “replay” di Milan-Torino a pochi giorni di distanza dalla... La Juventus non potrà far riposare troppi titolari contro il Genoa in Coppa Italia

Questa sera, con il primo appuntamento in programma a San Siro (dove ci sarà il “replay” di Milan-Torino a pochi giorni di distanza dalla sfida di campionato) tornerà in campo la Coppa Italia, con il programma degli ottavi di finale.

La Juventus sarà impegnata domani sera, nella partita contro il Genoa, che arriva in un momento piuttosto delicato per i bianconeri.

Dopo il posticipo di domenica sera contro il Sassuolo, infatti, Andrea Pirlo si è trovato a fare i conti con diversi infortuni, con Paulo Dybala che sarà costretto a fermarsi per qualche settimana per il problema al ginocchio, con Chiesa e McKennie usciti acciaccati e Alex Sandro, Cuadrado e de Ligt ancora positivi e quindi fermi ai box.

L’occasione della Coppa Italia sarebbe stata utile per far rifiatare molti titolari, soprattutto in vista della partita fondamentale di domenica sera contro l’Inter.

Ma, per via del regolamento, la Juventus non potrà convocare molti dei ragazzi dell’Under 23 e della Primavera che pure in condizioni normali si sarebbero potuti schierare o portare in panchina. Questione di “bolla”, come spiegato da Andrea Pirlo in conferenza stampa prima della partita con il Sassuolo: possono essere convocati solo giocatori che si allenano già con la prima squadra, e quindi sono già nella stessa “bolla”, e non possono aggregarsi giocatori che, nelle scorse settimane, si sono allenati con un gruppo differente. Di questi tempi, insomma, bisogna tenere conto anche dei protocolli adottati per la sicurezza di tutti.

Per questo, saranno convocati solo i vari giovani che erano in panchina con il Sassuolo (Dragusin, Fagioli, Portanova, Di Pardo) e anche volendo Pirlo non potrà fare più turnover del necessario. Dunque, vista la situazione, scelte quasi obbligate, con Ronaldo e Morata davanti e un’occasione dal primo minuto per Bernardeschi e Kulusevski, con i vari giovani che, magari, potranno entrare a partita in corso nel caso il risultato non sia in bilico.

IL PROGRAMMA COMPLETO DEGLI OTTAVI DI FINALE DI COPPA ITALIA