La giocate impressionanti di Mbappè contro il Monaco La giocate impressionanti di Mbappè contro il Monaco
Questa sera oltre al big match della serie A tra Juventus e Milan e lo scontro in Liga tra Siviglia e Barcellona si giocava... La giocate impressionanti di Mbappè contro il Monaco

Questa sera oltre al big match della serie A tra Juventus e Milan e lo scontro in Liga tra Siviglia e Barcellona si giocava anche in Francia dove era in programma la finale di Coppa di Lega.

Le due finaliste erano PSG e Monaco e la partita è stato molto interessante e ricca di emozioni: alla fine a spuntarla è stato il PSG con il risultato di 3-0, frutto delle reti messe a segno da Cavani, su rigore, Di Maria e di nuovo Cavani.

Nonostante non abbia segnato uno dei migliori in campo è stato senza dubbio Kylian Mbappé, il diciannovenne attaccante che nella scorsa stagione giocava proprio nel Monaco.

Tutte le reti del PSG sono state propiziate da sue giocate di pregevolissima fattura.

Iniziamo dal rigore trasformato da Cavani, procurato proprio da Mbappé al termine di una azione in cui ha messo in mostra un’abilità tecnica notevolissima dribblando una serie di giocatori al limite dell’area finendo poi atterrato all’interno della stessa.

Qua da un’altra inquadratura:

Glik non ha potuto fare altro che atterrarlo altrimenti Mbappè si sarebbe presentato da solo davanti al portiere dopo essersi bevuto mezza difesa.

Ancora più impressionante è l’azione che ha portato al gol di Di Maria, iniziata con uno scatto prodigioso palla al piede in cui ha dato 2 metri all’avversario che tentava affannosamente il recupero.

L’apertura precisissima a tagliare il campo per il Fideo è stata la ciliegina sulla torta di una partita strepitosa, con giocate da autentico fuoriclasse.

Anche la terza rete del Matador Cavani è arrivata su assist di Mbappè, che ha servito il compagno dopo un’altra accelerazione al limite dell’area.

Probabilmente gli manca ancora quella continuità che arriverà con il passare degli anni, ma già oggi Mbappè ha dimostrato di essere in possesso di alcune giocate che lo rendono un giocatore assolutamente speciale e unico nel panorama europeo.