Il Manchester City ha vinto da qualche settimana il titolo di Premier League, ma solo ieri, nella partita casalinga contro l’Huddersfield Town, ha ricevuto...

Il Manchester City ha vinto da qualche settimana il titolo di Premier League, ma solo ieri, nella partita casalinga contro l’Huddersfield Town, ha ricevuto il trofeo che ne è il simbolo.

Un campionato dominato in lungo e in largo dalla squadra di Guardiola, che già qualche mese fa aveva praticamente conquistato il primato e che non è mai stato in discussione.

L’eliminazione dalla Champions League resta un’amarezza piuttosto forte, soprattutto per il modo in cui è arrivata, visto che il Liverpool non partiva certamente favorito nel confronto diretto dei quarti di finale.

Ma, in ogni caso, i Citizens hanno avuto parecchio da festeggiare, e si sono meritati questo trionfo in campionato.

Per festeggiare, la squadra inglese ha deciso di dare vita ad un’iniziativa molto particolare, che ha visto protagonisti tutti i suoi giocatori, quelli che si sono conquistati sul campo il titolo di campioni di Inghilterra.

Il Manchester City, infatti, ha deciso di illuminare con delle proiezioni luminose tutte le città d’origine dei suoi campioni con le immagini di ognuno dei suoi giocatori: così, per esempio, a San Paolo è stato tributato l’omaggio al portiere brasiliano Ederson.

La Paloma, Buenos Aires, Argentina: l’omaggio per Nicolas Otamendi.

Per Danilo, invece, è stata illuminata una chiesa nel suo paesino d’origine, in Brasile.

Anche a Barnsley, casa di John Stones, è stato illuminato un edificio pubblico, nello specifico la scuola frequentata dal difensore del City.

Questo l’omaggio in Costa d’Avorio per Yaya Tourè.

Insomma, avete capito.

Anche a Manchester è stato illuminato il palazzo del Municipio, con la foto di tutta la squadra al completo e del logo della squadra.

Insomma, un’iniziativa veramente bella e originale, un gran bel modo per festeggiare la vittoria del campionato.