Tutto il mondo, mercoledì sera, è rimasto incantato dalla prestazione magnifica di Leo Messi contro il Liverpool. D’altronde, impossibile rimanere indifferenti di fronte a...

Tutto il mondo, mercoledì sera, è rimasto incantato dalla prestazione magnifica di Leo Messi contro il Liverpool.

D’altronde, impossibile rimanere indifferenti di fronte a tanta bellezza, di fronte allo spettacolo che si ripete e continua a ripetersi, di fronte alle giocate di un campione del genere.

Il pezzo pregiato della semifinale di andata di Leo Messi è stato sicuramente il calcio di punizione con cui ha firmato il 3-0: una pennellata mancina che si è infilata proprio nel sette, dove nemmeno uno come Alisson è potuto arrivare.

Eppure, come ha fatto notare più di qualche giornalista e tifoso, anche Leo Messi usa qualche trucchetto.

In particolare, come dimostrano i video e le foto che stanno circolando in queste ore, l’argentino ha spostato di 2-3 metri in avanti il pallone per battere la sua punizione, rispetto al punto in cui era stato commesso il fallo.

Questo il momento del fallo:

E questa la punizione. Potete utilizzare come riferimento le linee della rasatura del prato per confrontare le due posizioni.

Con un pizzico di astuzia, come si è soliti fare in queste circostanze, i calciatori del Barcellona hanno distratto l’arbitro, e Messi ha potuto scegliere la posizione migliore per poter battere il tiro da fermo.

Niente di scandaloso, qualcosa che si vede su tutti i campi da parecchio tempo: ma la dimostrazione che, almeno in questo, anche Leo Messi è umano.