La formazione sperimentale dell’Italia contro l’Armenia La formazione sperimentale dell’Italia contro l’Armenia
Questa sera, a Palermo, l’Italia di Roberto Mancini giocherà l’ultima partita del suo percorso di qualificazione a Euro 2020. Il biglietto per gli Europei... La formazione sperimentale dell’Italia contro l’Armenia

Questa sera, a Palermo, l’Italia di Roberto Mancini giocherà l’ultima partita del suo percorso di qualificazione a Euro 2020.

Il biglietto per gli Europei è già in tasca, e gli Azzurri andranno a caccia di un piccolo ma significativo record, provando a vincere tutte e 10 le partite del girone.

In ogni caso, però, Roberto Mancini proverà a cambiare qualcosa e a fare qualche esperimento negli undici che affronteranno l’Armenia, una sfida che servirà al commissario tecnico anche per capire qualcosa in più sul gruppo che intenderà portare con sé durante la prossima estate (qualche giorno fa avevamo provato a capire quali potrebbero essere i 23 convocati dell’Italia per Euro 2020).

Stasera, quindi, Mancini schiererà una formazione con parecchi cambi rispetto alla sua squadra base e a quella vista in Bosnia.

In porta spazio a Sirigu, in difesa dovrebbero agire sugli esterni Di Lorenzo e Biraghi, con Bonucci e Romagnoli centrali.

A centrocampo, sempre a 3, Jorginho-Tonali-Barella, mentre in attacco dovrebbero vedersi le novità più significative: Mancini sembra infatti intenzionato a provare Nicolò Zaniolo nel tridente d’attacco, insieme a Chiesa e Immobile.

Appuntamento, quindi, alle ore 20.45, per una sfida che non avrà la pressione di un match da vincere a tutti i costi, ma che potrebbe essere un ulteriore tassello importante nella costruzione della squadra che, tra qualche mese, si presenterà ai nastri di partenza degli Europei.