La formazione del primo Genoa di Ballardini nel 2010 La formazione del primo Genoa di Ballardini nel 2010
Ormai sembra essere diventato quasi un classico, un po’ come “Una Poltrona per Due” alla vigilia di Natale. Dopo l’esonero di Rolando Maran, Enrico... La formazione del primo Genoa di Ballardini nel 2010

Ormai sembra essere diventato quasi un classico, un po’ come “Una Poltrona per Due” alla vigilia di Natale.

Dopo l’esonero di Rolando Maran, Enrico Preziosi ha richiamato sulla panchina del Genoa per la quarta volta il suo fedelissimo, Davide Ballardini, considerato una sorta di uomo per le missioni speciali, quando i rossoblu si ritrovano nelle zone difficili della classifica.

Per il momento, anche questa volta la “Cura Ballardini” sembra aver sortito i suoi primi effetti, con 7 punti conquistati nelle prime 4 partite.

Come spesso facciamo, oggi vogliamo fare un salto indietro nel tempo, e tornare a quella che sembra ormai una vita fa, ovvero la prima avventura di Davide Ballardini sulla panchina del Genoa.

Eravamo nel novembre 2010, e il Genoa di Gasperini, dopo la sconfitta contro il Palermo, si trovava a 3 punti dall’ultimo posto in classifica; Preziosi decise allora di esonerare il tecnico di Grugliasco e affidarsi, per la prima volta, a Ballardini, reduce da una tormentata esperienza al Cagliari.

Ballardini debutta sulla panchina del Genoa il 10 novembre 2010, vincendo 1-0 contro il Bologna, grazie al gol segnato a 9 minuti dalla fine da Omar Milanetto.

Queste le formazioni di quella partita di poco più di 10 anni fa.

GENOA: Eduardo; Rafinha, Ranocchia, Dainelli, Criscito; Marco Rossi, Milanetto, Veloso (93′ Kaladze), Mesto (78′ Destro); Toni, Rudolf (90′ Kharja).
Panchina: Scarpi, Moretti, Modesto, F. Zuculini. All. Ballardini

BOLOGNA: Viviano; Garics, Portanova, Britos, Rubin; Buscé (82′ Gimenez), Radovanovic, D. Perez, Ekdal (65′ Casarini); Meggiorini (69′ G. Ramirez), Di Vaio.
Panchina: Lupatelli, Moras, Mudingayi, Paponi. All. Malesani

A fine stagione il Genoa ottenne una tranquilla salvezza, conquistando 51 punti (40 dei quali portati proprio da Ballardini), chiudendo al decimo posto e vincendo entrambi i derby della Lanterna. Non basterà, comunque, per mantenere la panchina, visto che a giugno Preziosi deciderà di rimpiazzare Ballardini con Alberto Malesani.

Ma, come sappiamo, le strade di Ballardini e del Genoa sarebbero tornate a incrociarsi più volte in futuro…