La festa triste di Leo Messi La festa triste di Leo Messi
In tempi normali, questa sarebbe stata un’altra serata di festa per Leo Messi, quella giusta per celebrare un traguardo importante. Con il rigore segnato... La festa triste di Leo Messi

In tempi normali, questa sarebbe stata un’altra serata di festa per Leo Messi, quella giusta per celebrare un traguardo importante.

Con il rigore segnato – con un cucchiaio – ieri sera contro l’Atletico Madrid, la Pulce è infatti arrivata a quota 700 gol segnati in carriera tra squada di club e nazionale.

Traguardo che, attualmente, nel mondo del calcio possono vantarsi di aver tagliato solo in due; oltre a Messi, naturalmente, anche Cristiano Ronaldo ha superato questa fatidica soglia.

Ma per l’argentino la festa è stata rovinata dal risultato del match contro l’Atletico Madrid.

Il pareggio per 2-2 del Camp Nou, infatti, certifica in maniera quasi assoluta la resa dei blaugrana in ottica titolo, visto che, vincendo domani contro il Getafe il Real Madrid potrebbe volare a + 4 e mettere praticamente le mani su un titolo che, prima della ripresa della Liga, sembrava destinato a raggiungere la Catalogna.

La sfida contro i Colchoneros è stata strana e movimentata, aperta da un autogol e un rigore sbagliato da Diego Costa, e chiusa da un altro rigore, quello segnato da Saul al 62′, che ha fissato il punteggio in parità.

Adesso sarà complicato per la squadra di Setien rientrare a ridosso del Real, considerato che il calendario dei Blancos non sembra essere pieno di ostacoli insormontabili. E, ne siamo certi, ripartiranno polemiche e indiscrezioni circa un probabile cambio di panchina.

Insomma, quella di ieri doveva essere una serata da ricordare per Leo Messi, ma i festeggiamenti sono stati rovinati da un pareggio decisamente amaro.