Ai premi della UEFA, alle top 11 e ai trofei individuali dovremmo aver fatto l’abitudine. Ogni volta lasciano a bocca aperta per qualche scelta...

Ai premi della UEFA, alle top 11 e ai trofei individuali dovremmo aver fatto l’abitudine. Ogni volta lasciano a bocca aperta per qualche scelta chiaramente sballata, o per qualche esclusione eccellente. E la top 11 della fase a gironi della Champions League diramata nella giornata di oggi non fa eccezione.

Infatti parecchie scelte hanno fatto discutere, anche se a fare notizia sono state soprattutto le esclusioni. Andiamo a vedere, giocatore per giocatore, gli 11 scelti dalla UEFA come i migliori della fase a gironi di Champions.

In porta subito una sorpresa: nè Buffon, nè Neuer, nè Ter Stegen. No, in porta ci va Trapp, il portiere del PSG che più di qualche volta ha fatto bestemmiare i suoi stessi tifosi. La spiegazione della UEFA per questa scelta è nell’unico gol subito da Trapp nel girone. E certo, Real a parte, era difficile prendere gol…

hulkz

In difesa trova posto Andrea Barzagli, unico rappresentante italiano, insieme a Godin, Alaba e Thiago Silva (diciamo che non hanno tenuto troppo conto dei ruoli…)

A centrocampo la grande sorpresa è Sven Kums, centrocampista belga del Gent. A fargli compagnia troviamo due “inglesi”, ovvero Sterling e Willian.

In attacco nessun rappresentante del Barcellona. Chissà per quale motivo Neymar, Messi e Suarez sono rimasti fuori dalla top 11. E ci è rimasto, fuori, anche Lewandowski…I prescelti? Hulk, Thomas Muller e Cristiano Ronaldo (e ci mancherebbe…)

Insomma, anche stavolta le scelte della UEFA sono destinate a far discutere.

Questo il team completo:

temas