La Chapecoense non se la passa benissimo La Chapecoense non se la passa benissimo
La tragedia della Chapecoense, della quale tra poco ricorrerà il terzo anniversario, aveva commosso tutto il mondo del calcio. Il 28 novembre 2016 l’aereo... La Chapecoense non se la passa benissimo

La tragedia della Chapecoense, della quale tra poco ricorrerà il terzo anniversario, aveva commosso tutto il mondo del calcio.

Il 28 novembre 2016 l’aereo che trasportava la squadra brasiliana a giocare la finale di Copa Sudamericana si schiantò nei pressi di Medellin, in Colombia, causando la morte di 77 persone; furono solo 3 i calciatori della Chapecoense che riuscirono a salvarsi.

Da quel momento, partì una gara di solidarietà per aiutare la squadra brasiliana, molte società si offrirono di prestare gratuitamente dei giocatori per dare una mano, ma i dirigenti della Chape declinarono cortesemente, convinti di poter far ripartire da soli la squadra.

E, in effetti, fino all’inizio di quest’anno le cose non sembravano andare malissimo, con la Chapecoense che era riuscita a rimanere nel Brasileirão senza troppi problemi.

Quest’anno, però, le cose non stanno andando benissimo, e la Chapecoense è praticamente spacciata e condannata alla retrocessione in Serie B. A sei giornate dalla fine del campionato brasiliano, infatti, la Chape è a -13 dal terzultimo posto, e potrebbe retrocedere matematicamente già nella prossima giornata.

In più, il club sta vivendo anche delle difficoltà finanziarie che mettono a serio rischio la sopravvivenza del club, visto che da un paio di mesi i giocatori non percepiscono parte degli stipendi e stessa cosa è successa con lo staff tecnico e i dipendenti. La retrocessione sarebbe un problema ulteriore, perché farebbe venire meno gli introiti del Brasileirão, vitali per il sostentamento economico del club.

La retrocessione, in ogni caso, appare inevitabile, a meno di un miracolo che sarebbe qualcosa di incredibile. La vera sfida, per il futuro della Chapecoense, sarà allora quella di riuscire ad evitare il fallimento.