Krychowiak nell’intervista post-partita di Champions ha parlato 5 lingue diverse Krychowiak nell’intervista post-partita di Champions ha parlato 5 lingue diverse
La Lokomotiv Mosca ha vinto mercoledì la sua prima partita di Champions League in questa stagione, battendo il Galatasaray in casa per 2-0. Il... Krychowiak nell’intervista post-partita di Champions ha parlato 5 lingue diverse

La Lokomotiv Mosca ha vinto mercoledì la sua prima partita di Champions League in questa stagione, battendo il Galatasaray in casa per 2-0.

Il risultato è stato inutile ai fini della classifica nel girone, almeno per quel che riguarda i primi due posti, in quanto Porto e Schalke si sono qualificate, con una partita di anticipo, alla fase successiva.

Rimane da stabilire chi tra Lokomotiv e Galatasaray arriverà terza e disputerà l’Europa League. Uno dei protagonisti della sfida è stato Grzegorz Krychowiak, centrocampista polacco arrivato in estate in Russia dopo l’ultima stagione disputata in prestito in Inghilterra, al West Bromwich Albion.

Proprietario del cartellino è ancora il Psg, che lo acquistò nel 2016 dal Siviglia investendo su di lui una cifra di circa 26 milioni di euro, ma con i parigini è sceso in campo solo 11 volte, finendo in prestito nelle due stagioni successive, tra cui quella attuale.

Perché vi stiamo parlando di Krychowiak? Il motivo è presto detto: al termine della sfida contro il Galatasaray si è presentato davanti alle telecamere e ai microfoni per l’intervista post partita di rito ma invece che avvalersi del traduttore, per le domande in lingua diversa da quella madre, ha deciso di rispondere ad ognuno nella propria lingua.

Guardate il video, davvero notevole:

Alla fine Krychowiak risponde in 5 diverse lingue: inizia con l’inglese, poi passa al francese e prosegue con il russo per terminare in spagnolo e polacco, la sua lingua madre.

Nel corso della sua carriera Krychowiak ha giocato in tutti questi i paesi, è vero, ma non è comunque scontato che in relativamente poco tempo si riescano ad imparare così tante lingue.

Siamo spesso abituati a vedere calciatori che anche dopo anni stentano tremendamente a parlare la lingua del campionato in cui giocano, in questo caso dobbiamo fare i complimenti al centrocampista della Lokomotiv, in grado di destreggiarsi agevolmente in cinque differenti idiomi.