Un tranquillo sabato pomeriggio di fine luglio, magari da trascorrere a mollo in acqua, al mare, in piscina o dove diamine volete voi. Un...

Un tranquillo sabato pomeriggio di fine luglio, magari da trascorrere a mollo in acqua, al mare, in piscina o dove diamine volete voi.

Un tranquillo sabato pomeriggio di fine luglio interrotto da una prodezza vera e propria, un numero, un capolavoro che tra 30 anni racconterete ai vostri figli.

Perché pochi minuti fa, durante l’amichevole di International Champions Cup tra Inter e Chelsea, Geoffrey Kondogbia si è inventato uno degli autogol più belli di tutti i tempi.

Forse il più bello della storia del calcio.

L’Inter conduceva 2-0 sulla squadra di Antonio Conte, grazie alle reti di Jovetic (dopo l’errore dal dischetto dello stesso montenegrino) e di Perisic.

Poi il centrocampista francese ha deciso di inventarsi questa meraviglia assoluta.

Qui potete ammirare, ancora meglio, da altra angolazione, il capolavoro del centrocampista francese dell’Inter.

A qualcuno questo gol potrebbe ricordare quello segnato da Materazzi, sempre in maglia Inter, a Empoli, ma almeno secondo noi, per precisione balistica, distanza e per dove è finito il pallone, questo di Kondogbia è decisamente più bello.

Insomma, un pomeriggio anonimo, caldo e noioso di fine luglio, potrebbe davvero essersi trasformato nel giorno in cui Kondogbia ha realizzato l’autogol più bello della storia del calcio.

Che spettacolo entusiasmante.