Capita, ogni tanto, di confondersi, in campo. Soprattutto quando – cosa abbastanza frequente di questi tempi – le divise delle due squadre sono molto...

Capita, ogni tanto, di confondersi, in campo.

Soprattutto quando – cosa abbastanza frequente di questi tempi – le divise delle due squadre sono molto simili tra loro, tanto da trarre in inganno gli spettatori.

Ma oggi, le maglie blu del Leicester e quelle biancorosse dello Stoke City non erano certo a rischio confusione: eppure Kasper Schmeichel, portiere delle Foxes, ha vissuto un problema abbastanza grosso per quasi tutta la partita.

Il problema, però, non erano le divise degli avversari, quanto il giubbotto dell’allenatore dello Stoke Paul Lambert.

Lambert, infatti, indossava a bordocampo una giacca a vento di colore blu, quasi lo stesso blu indossato dai giocatori del Leicester. E così, per 70 minuti, il portiere danese ha continuato a passare in tutti i modi la palla all’allenatore avversario…

In due occasioni, pensando che fosse un suo compagno, Schmeichel ha tirato il pallone direttamente in fallo laterale, dal rinvio dal fondo.

A quel punto, è arrivata la richiesta: e Lambert ha indossato una felpa bianca, che ha consentito al portiere del Leicester di ritrovare la serenità.

Curiosamente, a decidere la partita è stata una papera del portiere, ma non di Schmeichel, quanto del suo collega Butland, che si è buttato dentro praticamente da solo il pallone dell’1-1…