Kakà racconta le 5 partite più importanti della sua carriera Kakà racconta le 5 partite più importanti della sua carriera
Da qualche giorno è arrivata la notizia che Kakà non sarà più un giocatore di Orlando nella prossima stagione ed il suo futuro nel... Kakà racconta le 5 partite più importanti della sua carriera

Da qualche giorno è arrivata la notizia che Kakà non sarà più un giocatore di Orlando nella prossima stagione ed il suo futuro nel mondo del calcio giocato sembra ancora alquanto incerto.

C’è chi ha prospettato un ritorno a Gennaio per 6 mesi al Milan, la squadra europea che lo ha proiettato nell’olimpo del calcio mondiale ma la voce non ha trovato alcuna conferma ed un suo ritorno in Italia, in veste di giocatore, sembra alquanto improbabile.

Kakà, tra le altre cose, è stato l’ultimo giocatore a vincere il pallone d’oro, era il 2007, prima dell’egemonia del duo Ronaldo-Messi che ha caratterizzato i 10 anni successivi.

In questi giorni il quotidiano spagnolo As è riuscito ad intervistarlo e ha chiesto alla stella brasiliana quali siano state le 5 partite più importati della sua carriera e di descriverle brevemente.




30 Giugno 2002: Germania-Brasile 0-2

“Non ho giocato titolare, però ero orgoglioso di far parte di una squadra che aveva vinto il Mondiale. Ero molto nervoso, la Germania era un avversario molto forte ma quando Ronaldo ha segnato ho capito che avremmo vinto. Sono entrato a cinque minuti dalla fine e a malapena ho toccato il pallone. È stata una delle partite più importanti della mia carriera, essere campione del Mondo a soli 20 anni è stato stupendo”.

25 Maggio 2005: Liverpool-Milan 3-3 (3-2 dopo i rigori)

“Ogni volta quel giorno mi ricorda una cosa: nel calcio non si può mai dare per vinta una partita. Non so ancora come abbia fatto il Liverpool a pareggiare quella partita in 6 minuti. Anche se abbiamo perso è una delle partite che più mi hanno segnato”.

1 Luglio 2006: Brasile-Francia 0-1

“Ho scelto due partite in cui siamo stati sconfitti ma dalle quali ho appreso molto. Quel Brasile era incredibile con giocatori del calibro di Cafù, Lucio, Carlos e Ronaldo ma dall’altra parte c’era Zidane che quel giorno fu il migliore di tutti”.

23 Maggio 2007: Milan-Liverpool 2-1

“Fu la rivincita. Giocammo con una motivazione particolare perchè non si ripetesse ciò che era accaduto nel 2005. Siamo andati in vantaggio di due reti ma quando Kuyt ha segnato all’89’ il gol del 2-1 ho notato una certa paura. La perderemo di nuovo? Non fu così, è stato un trionfo meraviglioso. Il 2007 è stato l’anno migliore della mia carriera”.

16 Dicembre 2007: Boca Juniors-Milan 2-4

“A qualcuno poteva sembrare facile ma una finale di un Mondiale per Club è sempre complicata. Ho segnato un gol al 61′ che ho festeggiato con la maglietta “Appartengo a Gesù”. Celebrammo quella vittoria con l’entusiasmo dei ragazzini e fui nominato miglior giocatore dell’incontro”.

Queste le 5 partite scelte dal fenomeno brasiliano, in cui non c’è spazio per ricordi della sua avventura con la maglia del Real Madrid.

Non solo vittorie ma anche due sconfitte, di quelle che fanno malissimo e inevitabilmente finiscono per segnare la carriera di chi le ha vissute.

In attesa che Kakà faccia luce sul suo prossimo futuro, dove vi piacerebbe vederlo per gli ultimi lampi di carriera?