Jurgen Klopp odia la Nations League Jurgen Klopp odia la Nations League
Già nei giorni scorsi avevano fatto parecchio discutere le dichiarazioni di Jurgen Klopp, tecnico del Liverpool, riguardo alla Nations League, definita “La competizione più... Jurgen Klopp odia la Nations League

Già nei giorni scorsi avevano fatto parecchio discutere le dichiarazioni di Jurgen Klopp, tecnico del Liverpool, riguardo alla Nations League, definita “La competizione più inutile e senza senso della storia“.

Per i pochi che non lo sapessero la Nations League è la nuova competizione per Nazionali partita questa stagione che darà la possibilità, tra le altre cose, alle squadre vincitrici delle relative Final Four di qualificarsi per gli Europei.

Una competizione che ha riscosso molto successo, in particolare tra gli appassionati ed i fruitori di pallone, in quanto rispetto alle classiche amichevoli a cui eravamo abituati durante le soste per le Nazionali ha sicuramente un altro spessore agonistico, dovuto al fatto che si gioca per un obiettivo.

Non tutti però la pensano in questo modo, ad esempio come dicevamo il tecnico tedesco Jurgen Klopp sembra proprio non apprezzare questa nuova competizione, anzi a dire il vero la odia. Senza mezzi termini.

A dimostrazione di ciò vi riportiamo le sue dichiarazioni, di pochi minuti fa, rilasciate durante la conferenza stampa che precede la sfida di domani del Liverpool contro l’Huddersfield.

Ecco il pensiero, articolato, del tecnico dei Reds sulla Nations League: “Non credo che vogliate vedere Anthony Joshua combattere ogni singola notte. Non è possibile questo, in nessuno sport. Nel Football Americano c’è una pausa, reale, nella Nba uguale, esiste la Summer League.

Solo nel calcio tutti vogliono competizioni importanti dove puoi retrocedere, essere promosso o lottare per qualcosa.
Ad un certo punto dobbiamo fermarci e pensare: vogliamo vedere l’Opera ogni sera o va bene una volta ogni due mesi?

Mi piace la competizione ma arrivati ad un certo punto credo che sia necessario fare un passo indietro e pensare che sono giocatori, come possiamo pensare che rendano sempre ad altissimo livello?

La Nations League è una buona idea, ma fatela in un altro sport. Nel calcio non c’è spazio per questo.

Insomma oltre a non aver corretto il tiro ha addirittura rincarato la dose, giudicando la Nations League troppo dispendiosa, e per questo motivo inutile e dannosa, per i giocatori.

Vedremo se altri addetti ai lavori si schiereranno a fianco del tecnico tedesco in questa che sembra a tutti gli effetti una battaglia contro una competizione che, appena nata, è già destinata a dividere le opinioni.