Josip Simunic, il difensore ammonito tre volte in una partita Josip Simunic, il difensore ammonito tre volte in una partita
Ci ricordiamo tutti i particolari dei Mondiali del 2006 in Germania relativi alla nostra nazionale, e non potrebbe essere altrimenti visto l’epilogo, ma la... Josip Simunic, il difensore ammonito tre volte in una partita

Ci ricordiamo tutti i particolari dei Mondiali del 2006 in Germania relativi alla nostra nazionale, e non potrebbe essere altrimenti visto l’epilogo, ma la rassegna internazionale di quell’anno ha regalato agli appassionati di calcio diverse perle che meritano di essere ricordate.

La palma di evento più strano e memorabile va però a quanto accaduto nel corso di Croazia – Australia, partita valevole per l’ultima giornata della fase a gironi del Mondiale. Le due squadre schierano giocatori che sicuramente ricorderete, da Darijone Srna e Dado Prso nella Croazia (oltre a un giovanissimo Modric che subentrerà a gara in corso) all’icona Tim Cahill nell’Australia, ma il vero protagonista della partita è un inglese, mister Graham Poll, e di mestiere fa l’arbitro.

Non sa ancora che quella partita segnerà la fine del suo personalissimo mondiale, ma al contempo gli conferirà fama eterna e imperitura.

Sedicesimo minuto del secondo tempo, il difensore croato Josip Simunic viene ammonito dal direttore di gara, e sin qui niente di strano. A pochi minuti dalla fine dei tempi regolamentari lo stesso Simunic commette un doppio fallo a centrocampo, e Poll commina al giocatore la seconda ammonizione, senza però sventolare il cartellino rosso.

Tra l’incredulo e il sorpreso, il croato resta in campo, assurdamente graziato dall’arbitro, finché, nei minuti di recupero, commette un ulteriore fallo in area e a questo punto Poll deve estrarre il cartellino rosso, non prima di aver sventolato un improbabile quanto leggendario terzo giallo.

L’errore di Poll non compromise comunque la gara dell’Australia, qualificatasi agli ottavi di finale, dove poi verrà eliminata dal rigore di Totti, mentre l’arbitro venne giustamente escluso dalle successive designazioni del mondiale. Un piccolo prezzo da pagare per entrare nella storia, anche se in modo decisamente poco convenzionale.

Alex Campanelli
twitter: @Campanelli11

Related Posts

Il giorno in cui l’Italia scoprì Josip Ilicic

2019-04-26 09:26:29
delinquentidelpallone

18

Josip Ilicic: il genio in ciabatte

2019-03-04 15:18:56
delinquentidelpallone

18

Non sparate su Josip Posavec

2017-01-30 16:27:20
delinquentidelpallone

18

Qual è il miglior difensore al mondo?

2016-10-31 14:58:02
pagolo

18

Mbemba, il difensore dall’età incerta

2015-08-22 14:49:29
delinquentidelpallone

18

Cosmin Moti, il difensore portiere eroe per una notte

2014-08-28 00:38:34
delinquentidelpallone

18