La sconfitta casalinga contro il Siviglia di Vincenzo Montella è costata al Manchester United di Josè Mourinho l’eliminazione dalla Champions League. Come prevedibile, la...

La sconfitta casalinga contro il Siviglia di Vincenzo Montella è costata al Manchester United di Josè Mourinho l’eliminazione dalla Champions League.

Come prevedibile, la critica si è scatenata contro l’allenatore portoghese, ritenuto tra i colpevoli dell’eliminazione dei Red Devils.

E la risposta di Mourinho, in conferenza stampa, non si è fatta attendere particolarmente a lungo, e come da copione del personaggio, sembra proprio non essere particolarmente contento di quanto successo.

Mourinho ha aperto la sua conferenza stampa con un ragionamento che non sembra aver consolato i tifosi del Manchester United, anzi.

Sono stato seduto su questa sedia già altre volte, con il Porto, quando ho eliminato il Manchester United, e con il Real Madrid, quando ho eliminato il Manchester United. Quindi, non è niente di nuovo per questo club…

I tifosi dello United, come detto, non l’hanno presa benissimo.

Continua Mourinho: “Non penso che la nostra gara sia stata cattiva, dopo 15 minuti della ripresa, il Siviglia ha preso in mano la gara, poi Montella è stato bravo a mettere Ben Yedder che ha segnato la doppietta decisiva“.

Non posso dire che abbiamo sbagliato approccio o modo di giocare la partita, abbiamo anche avuto buone probabilità di segnare prima di loro, ma dopo il primo gol del Siviglia la gara è diventata in salita, poi il secondo gol ha reso tutto impossibile.

Infine, una frase quasi zen:

“Abbiamo perso, domani è un altro giorno. Sono contento che i miei giocatori non nascondano la tristezza per aver mancato un traguardo importante, ma non c’è tempo ulteriore da perdere e non bisogna fare un dramma”.

Dopo la polemica di ieri, poi, è arrivata anche la risposta di Frank de Boer: “Mourinho può dire che sono il peggior allenatore della storia della Premier League, ma stasera lui è l’allenatore che ha speso quasi un miliardo e fa giocare così le sue squadre…