José Mourinho e la maledizione dei calci di rigore José Mourinho e la maledizione dei calci di rigore
Mercoledì sera, in FA Cup, il Tottenham di Josè Mourinho ha salutato la FA Cup, con l’eliminazione patita in casa ad opera del Norwich... José Mourinho e la maledizione dei calci di rigore

Mercoledì sera, in FA Cup, il Tottenham di Josè Mourinho ha salutato la FA Cup, con l’eliminazione patita in casa ad opera del Norwich City.

Gli ospiti, dopo il pareggio per 1-1 nei tempi regolamentari, si sono imposti ai calci di rigore, grazie anche alle due parate decisive di Tim Krul nella serie finale dal dischetto.

La partita ha anche avuto una coda polemica di cui si è parlato parecchio, con l’episodio che ha visto protagonista Eric Dier, salito addirittura sugli spalti per cercare il confronto fisico con un tifoso che aveva avuto parole poco carine nei suoi confronti.

In ogni caso, il risultato è stato piuttosto deludente per il Tottenham, che in campionato sta faticando parecchio, e che in Champions dovrà fare un’impresa per ribaltare lo 0-1 casalingo contro il Lipsia.

Ma la partita contro il Norwich ha anche confermato quella che è una vera e propria maledizione per José Mourinho, quella dei calci di rigore: nel corso della sua carriera, infatti, l’allenatore portoghese è arrivato per nove volte all’epilogo dal dischetto, ed è riuscito a vincere in una sola occasione.

Tra le sconfitte più dolorose subite ai rigori da Mourinho, sicuramente quelle della Supercoppa Europea del 2013, persa contro il Bayern quando era sulla panchina del Chelsea, e la semifinale di Champions League del 2012, sempre contro il Bayern, ma con Mou sulla panchina del Real Madrid.

L’unica vittoria? Con l’Inter, nella Supercoppa Italiana del 2008, contro la Roma…