Jorginho conosce talmente bene il gioco di Sarri che vede le cose 10 secondi prima che accadano Jorginho conosce talmente bene il gioco di Sarri che vede le cose 10 secondi prima che accadano
Le prime settimane di Maurizio Sarri a Londra, sponda Chelsea, sono state già parecchio movimentate. Tra presentazione, tour all’estero, calciomercato in entrata e in... Jorginho conosce talmente bene il gioco di Sarri che vede le cose 10 secondi prima che accadano

Le prime settimane di Maurizio Sarri a Londra, sponda Chelsea, sono state già parecchio movimentate.

Tra presentazione, tour all’estero, calciomercato in entrata e in uscita, e anche il primo match ufficiale – il Community Shield perso contro il Manchester City – le cose sono successe abbastanza in fretta.

Il tecnico ex Napoli ha avuto poco tempo per lavorare ai meccanismi del suo gioco, un gioco che, come abbiamo imparato a capire in Italia, necessita di un po’ di tempo per essere compreso a pieno dai suoi interpreti, e anzi talvolta risulta anche molto difficile per più di qualcuno.

Una grossa mano, per Sarri, sta arrivando da uno degli acquisti più importanti di questo mercato, uno dei suoi uomini di fiducia: naturalmente, stiamo parlando di Jorginho.

Il regista italo-brasiliano, in questi anni, ha avuto tra le mani le chiavi del gioco del Napoli, impostando l’azione e orchestrando tutti i movimenti dei suoi compagni, in quello che era diventato uno spartito ormai perfetto in ogni piccolo dettaglio.

E, ovviamente, proprio Jorginho è stato uno dei più attivi in questa prima parte della stagione, prendendosi il compito di aiutare anche i suoi compagni di reparto a capire al meglio i meccanismi che Sarri vuole utilizzare al Chelsea.

In particolare, un’azione dell’ultima amichevole tra i Blues e il Lione spiega perfettamente come Jorginho sia a conoscenza di ogni minuscolo particolare del gioco di Sarri: qui potete ammirare come il brasiliano chieda un movimento a Kantè, indicandogli di tagliare verso la porta, e poi, qualche secondo dopo, il pallone arrivi – al millimetro – proprio sui piedi del francese.

Il gioco di Sarri, per essere efficace, ha bisogno che ogni ingranaggio funzioni al meglio e aiuti gli altri a girare a pieno ritmo: e questo, nei prossimi mesi, sarà esattamente il compito di Jorginho.

Che, in effetti, ha dimostrato di conoscere schemi e movimenti del calcio del suo allenatore a memoria, e forse di più…