Joey Barton di nuovo nei casini: cacciato dai Rangers? Joey Barton di nuovo nei casini: cacciato dai Rangers?
Come tutti ormai saprete Joey Barton ha deciso di intraprendere una nuova carriera in Scozia, tra le fila dei Glasgow Rangers. Che potesse cambiare,... Joey Barton di nuovo nei casini: cacciato dai Rangers?

Come tutti ormai saprete Joey Barton ha deciso di intraprendere una nuova carriera in Scozia, tra le fila dei Glasgow Rangers. Che potesse cambiare, da un punto di vista caratteriale, non lo pensava nessuno, bisognava solo aspettare la prima occasione utile perché gli animi potessero surriscaldarsi. Occasione che, puntualmente, non è tardata ad arrivare.

Proprio sabato scorso è andato in scena il match più sentito da parte dei Rangers, lo storico Old Firm contro i rivali cittadini del Celtic, che in Scottish Premier mancava da ben 4 anni. Il risultato è stato un perentorio 5-1 a favore dei biancoverdi che, logicamente, non poteva non lasciare strascichi anche nei giorni successivi. Già, ma cosa è accaduto di preciso? In realtà ancora i fatti non sono chiarissimi, fatto sta che dal tardo pomeriggio di ieri alcuni tabloid inglesi hanno iniziato a scrivere di un Joey Barton allontanato dalla seduta di allenamento, per un alterco con dei compagni di squadra, e inibito dal campo fino a lunedì mattina.

Secondo quanto riporta il Mirror, nella prima seduta di allenamento post derby, la squadra si sarebbe radunata con Barton che avrebbe fatto volare parole grosse all’indirizzo dei propri compagni i quali, a loro volta, avrebbero replicato che l’anno passato, senza di lui, la squadra girava a meraviglia.

Lo scorso anno giocavate in un campionato di merda contro squadre di merda”, queste sarebbero state le parole, non proprio in estrema pacatezza, di un furente Joey, il quale pareva anche intenzionato a passare alle mani. Solo l’intervento dell’allenatore e di alcuni compagni hanno evitato che la situazione degenerasse totalmente, in ogni caso il tecnico ha optato per una sospensione “chiarificatrice” nei confronti del centrocampista inglese.

Dal canto suo, il buon Joey, si è affrettato a fornire la propria versione su twitter, scusandosi per le parole dai toni eccessivamente forti ma giurando di non essere andato oltre. Pur non condividendo la scelta dell’allenatore la accetta, così si legge. Questo l’ennesimo, nebuloso, capitolo della saga Barton, destinata a continuare fino a quando Joey non deciderà di appendere gli scarpini al chiodo.