La formazione dell’Italia Under 20 ai mondiali di 10 anni fa La formazione dell’Italia Under 20 ai mondiali di 10 anni fa
Tra le tante squadre giovanili schierate dall’Italia, ma in generale da ogni nazione, è facile scovare formazioni piene di quelli che sarebbero diventati, in... La formazione dell’Italia Under 20 ai mondiali di 10 anni fa

Tra le tante squadre giovanili schierate dall’Italia, ma in generale da ogni nazione, è facile scovare formazioni piene di quelli che sarebbero diventati, in un futuro più o meno prossimo, calciatori di alto livello o addirittura campioni veri e propri, ma è anche comune (non) riconoscere diversi giocatori che poi non avrebbero avuto grande fortuna, perlomeno nei campionati più blasonati.

In questo senso, l’Italia Under 20 del 2009, offre uno spaccato davvero interessante di quelli che ai tempi erano considerati i giovani più promettenti del nostro paese.

Gran parte delle nostre speranze erano riposte nell’iconico Silvano Raggio Garibaldi, con un nome e un cognome troppo belli per essere veri, tra i pali l’eredità di Buffon non poteva che ricadere sulle spalle di Vincenzo Fiorillo, mentre Mustacchio era stabilmente titolare in avanti, con Ciro Immobile nemmeno convocato.

Che fine hanno fatto i calciatori che, guidati in panchina da “Kawasaki” Rocca, sono stati clamorosamente eliminati ai mondiali di categoria in un girone con Egitto, Paraguay e Trinidad e Tobago?

Quanti di loro sono diventati professionisti ad alti livelli? Scopriamolo insieme.

1) Vincenzo Fiorillo – Ormai sappiamo che il buon Vincenzo non è diventato l’erede di Buffon: ora è una bandiera del Pescara, col quale sogna il ritorno in A;

2) Alessandro Crescenzi – Gioiellino della primavera della Roma, ha assaggiato la A col Pescara e la Ligue 1 con l’Ajaccio, ora è riserva a Verona;

3) Antonio Mazzotta – Cresciuto nel Palermo, dopo aver girato in lungo e in largo il centro-sud ora è di nuovo in rosanero;

4) Matteo Gentili – Tra i meno noti del lotto, il difensore scuola Atalanta è in Promozione alla Pecciolese;

5) Michelangelo Albertazzi – Terzino cresciuto nel Milan, visto in A col Verona, ora fa panchina in B al Livorno;

6) Marco Calderoni – Compagno di squadra di Bini nel Piacenza, conta una sola presenza in A, categoria che però potrebbe ritrovare a breve con il Lecce;

7) Claudio Della Penna – l’attaccante scuola Roma milita ora nel Tor Sapienza, Eccellenza laziale;

8) Andrea Mazzarani – Il trequartista era tra i più talentuosi del lotto, ma tra Udinese e Novara non ha sfondato in A, ora è in B alla Salernitana;

9) Umberto Eusepi – In gol contro l’Egitto, la punta ha speso tutta la sua carriera tra B e Lega Pro, ora è in C al Novara;

10) Fabio Sciacca – Altro giocatore definito “dal sicuro avvenire”, non è riuscito a imporsi ed ora è scivolato in Eccellenza al Palazzolo;

11) Gianvito Misuraca – Il centrocampista cresciuto nel Palermo ha appena conquistato la promozione in B con la maglia del Pordenone;

12) Andrea Gasparri – Primavera Parma, dopo una puntata in Belgio col Visé ora l’estremo difensore è in Eccellenza al Sangimignano;

13) Francesco Bini – Tra i meno noti del lotto, ai tempi con Calderoni nel Piacenza, ora il difensore veste la maglia del Gozzano in Serie C;

14) Matteo Bruscagin – Il difensore scuola Milan si è ormai affermato come giocatore di categoria in B, ora è al Venezia;

15) Vasco Regini – Un’istituzione alla Sampdoria, ex capitano della squadra che lo ha cresciuto, da gennaio fa panchina nella Spal;

16) Giacomo Bonaventura – Probabilmente il membro della rosa con la carriera migliore, aspetta di ritrovare il suo posto nel Milan dopo l’infortunio;

17) Mattia Mustacchio – Il rapido attaccante non ha avuto fortuna nella massima serie, ora gioca saltuariamente nel Perugia in B;

18) Silvano Raggio Garibaldi – Triste constatare come la stellina del Genoa abbia all’attivo giusto un paio di presenze in A e ora si ritrovi in D a Como;

19) Marco Romizi – Dal vivaio della Fiorentina, per il centrocampista quasi 6 anni a Bari, ora gioca in C nel Vicenza;

20) Piergiuseppe Maritato – Con Romizi in viola, quasi solo Serie C per lui, ora è alla Reggina e sta recuperando da un infortunio al crociato;

21) Antonio Piccolo – Fratello di Felice, difensore scuola Juve, il portiere ha chiuso col calcio giocato a 23 anni, diventando agente:

 

Related Posts

Diario Mundial – Day 6

2014-06-18 09:39:40
delinquentidelpallone

1

C’è un motivo in più per arrivare al decimo posto in Serie A

2019-05-14 13:25:36
delinquentidelpallone

1

Gli 11 centrocampisti difensivi più forti di sempre

2018-01-17 13:49:11
delinquentidelpallone

1

Gli 11 calciatori scaricati dalle loro squadre quest’anno

2019-07-09 07:42:08
delinquentidelpallone

1

Eric Cantona: interpretazione da Oscar per il coro su Will Grigg

2016-06-25 13:31:40
delinquentidelpallone

1

Tomas, storia di un livornese di Lituania

2014-11-05 11:08:31
delinquentidelpallone

1

Le ultime notizie sulle condizioni di Ospina

2019-03-17 19:18:48
delinquentidelpallone

1